Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

LO STUDIO RADIOLOGICO DI SIDERNO CONTRO I TAGLI SULLA SANITÀ

843

Anche i lavoratori dello studio radiologico di Siderno scenderanno in piazza mercoledi 11 aprile a Catanzaro presso palazzo Alemanni per manifestare contro gli scellerati tagli operati dal commissario Massimo Scura ai danni delle strutture sanitarie private convenzionate.
“La sanità calabrese, hanno scritto i dipendenti dello studio, in una lettera ai sindaci della locride è sottoposta a un vero e proprio processo di smantellamento che, oltre a comprimere in maniera non più accettabile quello che è un diritto costituzionale di tutti i cittadini, vale a dire il diritto alla salute, non sta portando nemmeno a una riduzione dei costi. Fare dei tagli lineari, infatti, senza un preciso disegno e senza tenere conto delle reali necessità del territorio, provoca un aumento dei costi, a causa del fenomeno dell’emigrazione sanitaria.”
È un quadro drammatico quello che viene tracciato dai nuovi provvedimenti sulla rete sanitaria privata; oltre ai tagli del 2017, infatti, i nuovi decreti 2018 provocheranno una riduzione dell’offerta sanitaria di circa il 40%. Questo nuovo restringimento di un’offerta già ampiamente sottodimensionata, rischia di compromettere le attività sanitarie primarie soprattutto per le fasce meno abbienti della popolazione. A rischio, inoltre, sono anche centinaia di posti di lavoro, il che è assurdo in un momento storico di così forte crisi occupazionale.
Il tutto senza che vi sia una reale riduzione della spesa sanitaria; lo scenario che si configura è, anzi, l’opposto. Ciò infatti porterà a “un ulteriore aumento del contenzioso tra le Asp e la regione da un alto e le strutture convenzionate dall’altro con il prevedibile epilogo che sia la regione a risultare soccombente e a dover sostenere un ulteriore aggravio della spesa”.
Quello che viene chiesto è invece una determinazione del budget per la spesa sanitaria che sia condivisa fra le varie strutture del territorio così da rispecchiare i principi di economicità, efficacia ed efficienza e soddisfare il bisogno della popolazione: la sfida non è tanto quella di spendere meno, quanto piuttosto quella di spendere meglio.

FRANCESCA CLEMENO|redazione@telemia.it

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.