Bovalino (RC): Sta per essere finalmente esorcizzato il detto popolare “Fora du c..u meu aundi pigghia pigghia !”

419

Da noi in Calabria, ma in genere in tutto il meridione, è diffuso un detto popolare che recita più o meno così: “fora du c..u meu aundi pigghia pigghia !” (traduzione: fuori dal mio lato B…dove prende prende, tanto a me non mi tocca). Usiamo citare questo ritornello quando si verifica qualcosa che va storto e che può influire negativamente sulla nostra persona o peggio ancora sui nostri affetti più cari come per esempio la famiglia.

Fatta questa premessa, scendiamo nel particolare e raccontiamo ciò che spesso siamo costretti a vedere e sopportare anche nel nostro piccolo orticello (Bovalino, per intenderci !). L’avvio della raccolta differenziata “porta a porta” seppur con grandi sacrifici e con tanti problemi affrontati (e da affrontare), sta per partire anche ion centro, mentre il servizio per la raccolta del materiale ingombrante è già stato avviato ad inizio anno anche se con modalità alternative a quelle previste e regolamentate dal capitolato d’appalto cui devono fare riferimento sia l’amministrazione comunale che la ditta “Locride Ambiente” aggiudicataria del servizio. Questo servizio viene svolto, generalmente, ogni inizio settimana con un cassone di grandi dimensioni che viene posizionato in bella vista nella piazza mercato e chiunque, anche chi non ha effettuato prenotazioni specifiche, può liberarsi dei “fastidiosi” ingombranti.

Pertanto, vedere ancora oggi anche in pieno centro cittadino, a fianco dei cassonetti, materiali tipo suppellettili, elettrodomestici, materassi e quant’altro, appare non solo antipatico e di cattivo gusto ma soprattutto indice di una “inciviltà assoluta” che ci deve allarmare e far preoccupare. Altro esempio di inosservanza totale del vivere comune lo abbiamo avuto diverse volte in un luogo simbolo del paese, quella Piazza Marino intitolata alla memoria della Medaglia d’oro al valor Civile Antonino Marino, Brigadiere dei CC barbaramente ucciso nel settembre del 1990; ebbene qui, in un angolo della piazza vengono di continuo lasciati sull’erba carte, giornali, lattine in alluminio e bottiglie in vetro, scarti alimentari d’ogni genere (sono state trovate anche teste di animali macellati) e chi più ne ha più ne metta, deturpando così un luogo che potrebbe essere considerato a giusta ragione il “salotto buono” del paese. A tal proposito riportiamo di seguito il post che un cittadino ha pubblicato sulla pagina facebok del Sindaco, Avv. Vincenzo Maesano, in occasione della pulizia fatta dagli operatori ecologici comunali: “Piazza Marino è stata ripulita a dovere con grande impegno da parte degli operatori del Comune, ma c’è ancora, purtroppo, chi non ha capito il vero significato della parola CIVILTÀ !…per fortuna sono in pochi e probabilmente in giovane età. Per fortuna, tra non molto questo “scempio” finirà….grazie Sindaco per ciò che verrà”.

Ma come se non bastasse è notizia dell’altro giorno che il personale della Polizia di Stato del locale Commissariato, ha portato alla luce l’illecito smaltimento, sempre nel Comune di Bovalino, di scarti pericolosi e non, derivanti da un’autocarrozzeria locale (che avrà messo in pratica il famoso detto: fora du c..u meu andi pigghia pighia !, solo che stavolta gli è andate male, anzi malissimo). Ma che i tempi stiano finalmente per cambiare ce lo conferma anche la notizia che apprendiamo dalla Prefettura di Reggio Calabria, dove alcuni Sindaci (tra cui quello di Bovalino), hanno firmato nei giorni scorsi un patto per la “sicurezza urbana” che prevede un consistente ampliamento del sistema di videosorveglianza che interesserà anche le periferie più lontane ed isolate e le frazioni circostanti.

Quindi, cari signori “INCIVILI”…cominciate seriamente a preoccuparvi del vostro lato B perché d’ora in poi si cambierà musica, e chi non avrà messo le mutande appropriate dovrà subirne le drastiche conseguenze perchè stavolta il famoso c..u sarà il suo.

fonte: http://www.calabriainforma.com

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.