Mer. Dic 1st, 2021

Secondo Candeloro Imbalzano ex consigliere regionale ed ex Presidente delal Commissione Bilancio attività produttive e Fondi Comunitari sul mancato completamento della Bovalino – Bagnara tornato sotto i riflettori con il recente convegno tenutosi a Bovalino con la partecipazione di sindaci della fascia ionica e di quella tirrenica “serve una operazione verità” . Candeloro Imbalzano riprendendo l’ intervento dell’Anas che, in questi giorni ha presentato le nuove linee di intervento nella nostra regione e che non prevedono finanziamenti a breve-medio termine per la parte reggina delle strade statali, è molto critico sulla questione e afferma che ” sarebbe quanto mai opportuno rivolgersi alla Regione Calabria per scoprire la destinazione dei Fondi POR-FESR “, atteso che nella seduta del 21 luglio 2014, in sede di deliberazione , su sua relazione e successiva proposta legata alla Programmazione 2014-2020,il Consiglio Regionale approvò proprio l’emendamento 33773/2 di pari data relativo proprio al completamento della strada di collegamento Bovalino -Baganara. “Trovo interessante – dice Candeloro Imbalzano – ma per certi aspetti, me lo consentiranno gli Amici Sindaci della Locride e della Piana, parodossale, l’approccio da essi adottato per riproporre all’ordine del giorno dell’agenda politica regionale la vicenda, ormai largamente stantia anche se quanto mai attuale, del completamento della Bovalino – Bagnara. Una opera strategica per rafforzare le connessioni delle aree interne reggine, per favorire la coesione e la continuità territoriale tenuto conto che non è sostenibile realizzare collegamenti ferroviari alternativi, per diminuire i fenomeni di congestione viaria sulla S.S. 106, ridurre le distanze tra i Comuni dell’entroterra e innalzare il livello di sicurezza stradale. Solo che su questa grande incompiuta è necessaria una operazione verità, atteso che la Programmazione Comunitaria 2014-2020 è ancora in corso, anzi quasi al palo sul fronte della spesa”. L’ex consigliere regionale non si ferma a questo e riprende anche altra importante opera infrastrutturale passata nel dimenticatoio. ” In quella stessa seduta, venne altresì approvato l’ulteriore mio emendamento n. 33773/3 per realizzare o quanto meno avviare la realizzazione di un vecchio sogno dei cittadini dei comuni Locridei interessati, più volte caldeggiato dalla competente Comunità Montana, vale a dire La “Pedemontana” tra le Valli del Torbido e della Stilaro. Di questi previsti interventi, in questi anni, nessuno, dico nessuno, ha mai avuto l’amabilità di verificare lo stato dell’arte, né è ipotizzabile che le stesse siano state eliminate da chicchessia, atteso che la legge regionale n. 3/2007 assegna solo al Consiglio regionale il compito di deliberare gli atti di Programmazione, di Piano e di Programma Operativo Regionale, concernenti l’attuazione delle politiche comunitarie. Ecco, infine, la stoccata di Imbalzano ai sindaci che – dice – ” a questo indirizzo dovrebbero preliminarmente rivolgersi per verificare se ci sono stati atti successivi, che a me non risultano, e quali destinazioni abbiano preso quei Fondi POR-FESR della stessa Programmazione 2014 – 2020 destinati alle opere approvate per la Locride” . L’ex presidente della apposita commissione precisa, prima di concludere la sua disponibilità, ” a fornire delucidazioni ed atti concernenti anzitutto la Bovalino – Bagnara” ma non manca , anche, di avanzare la brutta ipotesi di non dover credere ” che, malauguratamente, qualcuno, che certo non ha interesse per i territori Locridei, avesse incoraggiato uno dei soliti dirottamenti di risorse, pensando di poter utilizzare questi ed altri finanziamenti approvati dal Consiglio Regionale, sempre in quella seduta del 21 luglio 2014, in altri territori della nostra Regione”. Certo, questo sospetto, visto il trattamento che continua ad avere il territorio della Locride non è peregrino e riteniamo che una immediata verifica sulle disponibilità economiche, sia fortemente necessaria.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.