Mer. Gen 27th, 2021

Dissesto dichiarato. Da ieri a Caulonia è ufficiale il crack. Ad aprire la seduta è stata il sindaco Caterina Belcastro e l’assessore al Bilancio Attilio Tucci. Il dissesto economico-finanziario dell’ente, è stato spiegato in aula, ha radici profonde e parte da lontano. Tra le cause, è stato evidenziato, sicuamente la scarsa capacità di riscuotere i tributi. Il deficit del Comune ammonta in totale a circa 3 milioni di euro. Tuttavia, ha riferito la Belcastro all’aula consiliare gremita, ” incombe anche una scure da 8 milioni di euro per un contenzioso riferito agli anni ’80”. L’Ente, dunque, sommerso dai debiti non è riuscito a trovare la giusta copertura necessaria al risanamento, un concetto riferito chiaramente anche da Attilio Tucci. A prendere la parola anche il vicesindaco Domenico Campisi che non ha mancato di lanciare una frecciatina a chi ai tempi in cui siedeva tra i banchi dell’opposizione non avrebbe dato la giusta importanza alle istanze da lui mosse. “Di condanna per il paese” ha, invece, parlato Francesco Cagiuso. Alla fine hanno votato per il dissesto la maggioranza e contro l’opposizione di “Officina delle Idee” con Antonella Ierace, Lorenzo Commisso e Francesco Cagliuso.

CONTENUTI VIDEO ALL’INTERNO DI TG NEWS

ALESSANDRA BEVILACQUA|redazione@telemia.it

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.