Lun. Gen 18th, 2021

Una città dove i giovani siano protagonisti, la possibilità di individuare politiche sociali in grado di contrastare forme di disuguaglianza sociale, così come ricercare unitamente alle associazioni operanti in città, risorse economiche per le attività giovanili, sono stati i temi della  tavola rotonda promossa domenica sera dalla coalizione civica “Scelgo Locri” con candidato sindaco Vincenzo Carabetta. Presenti anche i candidati consiglieri Maria Teresa La Rosa, Carlo Maria Previte, Reba Reitano, Francesco Emanuele Capogreco, Mauro Crincoli, nonché il direttore dell’Associazione Civitas Solis e rappresentante del Forum del Terzo Settore, Francesco Mollace e il rappresentante dei GD Simone Raschellà. I lavori sono stati moderati dall’avvocato Carmine Barbaro.

In apertura, il candidato sindaco Vincenzo Carabetta  ha osservato come negli ultimi anni, sia aumentato il tasso delle fasce deboli e di come  i giovani non riescano a godere appieno delle stesse opportunità dei loro coetanei. «Assumono fondamentale rilevanza – ha detto- quindi, le sinergie con i centri di ascolto delle organizzazioni di volontariato, l’istituzione di un Piano partecipato in collaborazione con il Terzo Settore e di un unico distretto sanitario della Locride; e ancora, l’istituzione di un servizio di segretariato sociale, l’implementazione di progetti di assistenza domiciliare e scolastica dei soggetti svantaggiati, l’istituzione di una Commissione Comunale per le Pari Opportunità. E’ inconcepibile che alcune strutture come il centro di aggregazione giovanile – ha aggiunto Carabetta – Cura Ut Valeas e l’Ostello della Gioventù, ad oggi non siano fruibili».

 

Francesco Mollace, direttore di Civitas Solis e referente del Forum Territoriale del Terzo Settore, ha dichiarato di apprezzare il fatto che il candidato a sindaco di Locri, abbia espresso la sua piena condivisione della piattaforma di proposte del Forum legate sia alla realizzazione di un Piano partecipato di zona del sociale da realizzarsi in stretta collaborazione con il Terzo Settore per come previsto dalla legge, sia l’idea di superare gli attuali due distretti sociosanitari realizzando un più razionale distretto unico della Locride.  Le politiche sociali per Mollace,  rivestono un ruolo chiave e prioritario per lo sviluppo della comunità,  garantiscono il benessere dei cittadini, promuovendo opportunità e diritti, in particolare per chi vive in condizioni di maggiore fragilità. Le politiche sociali, per il referente del Terzo Settore, sono una precondizione per lo sviluppo di aree difficili come la Locride, necessarie per promuovere quel sentimento di giustizia sociale senza il quale non vi è sano sviluppo. «Le politiche sociali – ha dichiarato – ben orientate e con un uso trasparente e corretto delle risorse pubbliche, garantiscono servizi reali ed anche sana e nuova occupazione. E’ importante domandarsi come siano state utilizzate le ingenti risorse assegnate in questi anni a Locri, attraverso i fondi legati al decreto Fortugno, ai fondi Pon legalità, a quelli del Por».

 

Priorità programmatiche sono state poi avanzate dai candidati consiglieri presenti: Maria Teresa La Rosa ad esempio, da anni impegnata nel sociale, ha ribadito il suo massimo impegno nel campo dell’assistenza; Reba Reitano ha puntato la sua attenzione sulla possibilità di realizzare un centro interculturale con inclusione delle comunità straniere e la necessità di un centro di aggregazione giovanile  e di  strutture idonee per praticare le consuete attività sportive; Carlo Maria Previte ha chiesto di supportare realtà quali il Locri Futsal società calcio a5 maschile e lo Sporting Locri, società calcio a5 femminile, costretta ad emigrare altrove; Francesco Emanuele Capogreco ha parlato di maggiore collaborazione tra Comune e Terzo Settore per contrastare il disagio giovanile, di una particolare attenzione al ruolo delle associazioni in contesti decentrati come Moschetta e il ripristino degli immobili confiscati da utilizzare come alloggi sociali;  infine, tra le proposte di Mauro Crincoli, l’assistenza domiciliare integrata, uno sportello specifico per i servizi sociali e sinergia tra Comune e Asp.

 

Nei prossimi giorni la lista Scelgo Locri ha in programma due nuovi appuntamenti “tematici”, ritenendo di continuare il percorso di un costante dialogo aperto con la cittadinanza.

 

 

 

.

 

 

 

 

 

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.