Sab. Gen 23rd, 2021

Successo sofferto per il Cosenza contro una Sicula Leonzio che ha giocato a viso aperto al “Marulla” (foto galleria a cura di Francesco Farina). Spaventa la rete Bollino, a 8 minuti dalla fine prima Okereke e poi Baclet permettono ai calabresi di passare il turno.

Mossa a sorpresa per il Cosenza: dal primo minuto Idda in campo. Braglia opta per il 3-5-2 mentre Diana schiera il 4-3-3 con il tridente composto da Bollino e Arcidiacono ai lati con Foggia al centro. Il Cosenza, invece, propone in avanti Perez e Tutino. Dal primo minuto anche Mungo che ricopre il ruolo di mezzala.

COSENZA, TUTINO SBAGLIA. POI IL NULLA…

La prima azione la crea il Cosenza. Tutino al 4’ sfiora la rete dopo un cross di Corsi sul quale Perez non riesce ad impattare. Possesso palla per entrambe le squadre ma la gara non si sblocca. La Sicula cerca di imbastire azioni offensive, sfruttando le corsie, al cospetto della formazione di Braglia che propone il giro palla alla ricerca dei varchi giusti.

Alla prima vera occasione Tutino non riesce ad andare a segno. Il centravanti scuola Napoli, al minuto 40, conquista la sfera e si accentra facendo partire un tiro che, però, termina alto sopra la traversa.

GESTO TECNICO DI BOLLINO, OSPITI AVANTI

Alla ripresa goal da calcio piazzato per la Sicula: a segno Bollino con un preciso tiro a giro che non lascia scampo a Saracco. I siciliani sfiorano la marcatura con un contropiede sul quale Arcidiacono non riesce a dare la giusta potenza alla conclusione. Il Cosenza prova a reagire al 20’ ma il tiro da fuori di Bruccini viene bloccato centralmente da Narciso.

Doppio cambio per il Cosenza al minuto 21: escono Idda e Trovato ed entrano Calamai e Okereke. Diana, invece, mette in campo Pollace al posto dell’ex Arcidiacono. I rossoblù passano al tridente in avanti con Okereke e Tutino ai lati e Perez al centro. Al minuto 26 terzo cambio per il Cosenza con l’ingresso di Palmiero e l’uscita di Mungo.

OKEREKE PAREGGIA, BACLET CHIUDE LA CONTESA

I silani rischiano il tutto per tutto e inseriscono Baclet al posto di Perez: Cosenza tutto in avanti alla ricerca del pari. Il centravanti francese tira dalla destra ma l’arbitro ferma tutto per sospetta posizione di fuorigioco. Al minuto 37’ segna il Cosenza e il “Marulla” esplode.

Cross dalla destra di Tutino, stop di Okereke e palla in rete. Sulle ali dell’entusiasmo Baclet conquista un calcio di rigore. Dal dischetto va lo stesso francese che permette al Cosenza di chiudere i giochi e di accedere al secondo turno dei play-off. Si giocherà nuovamente in casa contro la Casertana uscita vincitrice contro il Rende.

============

Al Pinto di Caserta il Rende gioca, e porde, la partita più importante della sua storia, almeno di quella recente. Al secondo turno dei playoff ci va la Casertana.

PRIMO TEMPO NERVOSO ED EQUILIBRATO FRA LA CASERTANA E I BIANCOROSSI

Tanta la pressione sulle due compagini per questo primo esame playoff. Al quarto d’ora occasione per gli ospiti con il portiere Forte – che nel girone di andata difendeva la porta dei calabresi – serve involontariamente Gigliotti pronto all’assist per Actis Goretta, ma Lorenzin anticipa in chiusura. La risposta della Casertana è affidata a De Rose che si accentra da sinistra e calcia direttamente a rete: De Brasi non si fa intimorire e blocca con agilità. Il primo tempo si chiude con il Rende in attacco:Gigliotti prova a sorprendere l’ex Forte dalla distanza ma l’estremo difensore campano è bravo a deviare in corner.

NELLA RIPRESA CAMBIA IL VOLTO DELLA PARTITA

Succede così tutto nella ripresa. Al minuto 15 Rende vicinissimo al vantaggio: dalla distanza gran tiro di Laaribi che esce di un soffio alla sinistra di Forte. E’ il preludio al gol del vantaggio ospite che arriva al 24′: Gigliotti, riceve da Actis Goretta e in diagonale insacca alle spalle di Forte. La partita è ormai sbloccata e pochi minuti dopo l’arbitro vede un fallo di mano di Franco su Meola e fischia il calcio di rigore per i padroni di casa. Veementi le proteste dei calabresi. Perfino Trocini entra in campo per protestare. Dopo l’espulsione del tecnico del Rende, dal dischetto si presenta Turchetta ma un super De Brasi salva porta e risultato. Il vantaggio degli ospiti non è comunque destinato a durare a lungo perchè al 30′ Pinna, con una gran sinistro dalla distanza, batte un non perfetto De Brasi. Al 43′ la Casertana rimane in  dieci uomini per l’espulsione di D’Anna ma lo svantaggio numerico non scalfisce la manovra dei campani che, dopo una clamorosa traversa di Laaribi, al 2′ di recupero passa in vantaggio con Turchetta che riscatta l’errore dal dischetto e regala ai suoi la vittoria fin qui più importante della stagione.

IL RENDE SALUTA I PLAYOFF CON ONORE

A nulla serve l’assalto finale del Rende, le speranze di riaprire in extremis la partita, e di continuare il percorso playoff, per gli uomini di Trocinni si spengono come la conclusione di Franco sopra la traversa. Il Rende saluta i playoff a testa alta. La Casertana invece si qualifica al secondo turno dove incontrerà il Cosenza.

(fonte ottoetrenta)

 

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.