Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Siclari incontra Falcomatà a Roma per discutere la questione dello spostamento degli approdi e lo esorta a portare a termine gli adempimenti. «I fondi ci sono, sfruttiamoli»

200

«Continua a tenere banco la questione legata allo spostamento degli approdi da Villa San Giovanni a Reggio Calabria e la questione sembra tutt’altro che risolta ma, in realtà, diversi passi avanti sono stati fatti e manca un ultimo tassello per iniziare concretamente a dare vita ad un progetto rimasto su carta per troppi anni, finalmente, realtà».

Lo ha dichiarato il senatore Marco Siclari che, avendo a cuore tanto le sorti del territorio reggino, si era già occupato della questione raccogliendo tutti i pareri necessari per concretizzare il tanto atteso spostamento degli approdi nella zona sud di Villa San Giovanni in località Bolano.

«Ho avuto modo di confrontarmi con gli amministratori del Comune di Villa San Giovanni che hanno chiarito come ci sia già stato un confronto costruttivo con l’assessore regionale ai trasporti il quale ha chiesto, ai comuni interessati e alla città Metropolitana, di produrre una deliberazione, il più possibile condivisa, affinchè si potesse portare avanti il progetto di spostamento degli approdi, tenendo in considerazione che i fondi necessari si sarebbero trovati. Ho avuto ulteriore conferma anche dai funzionari de Parlamento Europeo che hanno confermato l’opportunità di finanziare quest’opera anche attraverso l’impiego di fondi europei. Gli stessi fondi che il presidente del Parlamento Europeo ha sempre evidenziato essere importanti e necessari considerando il potenziale di sviluppo del nostro Sud in particolare modo e, quindi, ha sottolineato il problema del “non utilizzo” da parte dei privati e degli enti pubblici come Comuni e Regioni. Durante il pranzo con il Presidente, abbiamo parlato dell’importanza di queste risorse per il nostro Paese e, soprattutto, per il Sud e la Calabria. Nella stessa occasione mi ha ricordato come impieghiamo soltanto il 5% di quei fondi, e quindi non solo ha evidenziato l’importanza di utilizzarli ma, soprattutto, lo stesso Presidente ha intenzione di recuperare tutte le somme destinate al Sud e non utilizzate, costituendo un “Fondo per il Sud” che raccoglie tutte le risorse che dal Meridione tornano in Europa e che si potrebbero, invece, utilizzare per realizzare le grandi infrastrutture che servono al rilancio delle regioni del Sud. Da allora – ha ribadito Siclari-  seguo con attenzione l’iter procedurale che in questo caso non è, dunque, una questione di risorse ma di volontà politica ecco perché oggi incontrerò a Roma il sindaco della città Metropolitana Giuseppe Falcomatà al quale chiederò di adempiere al più presto alla richiesta fatta dall’assessore regionale producendo la documentazione necessaria per sbloccare quest’iter e dare, finalmente, una risposta concreta a entrambi i territori, così come anche lo stesso Sindaco ha dichiarato essere necessario».

È una questione annosa quella degli approdi che, da qualche anno vede Villa e Reggio dibattersi in un braccio di ferro per allontanare il più possibile lo sbarco dei mezzi pesanti nei centri cittadini. Ma il senatore Siclari ricorda come la stessa problematica dell’inquinamento ambientale ed acustico nel centro cittadino, è stata già affrontata e risolta nella sponda sicula, con il finanziamento di 72 milioni di euro concorrente, statale e regionale, del nuovo porto di Tremestieri, verso e dal quale sarà spostato tutto il traffico veicolare in ingresso ed uscita dalle autostrade. L’opera, già appalta, sarà completata entro un paio d’anni.

Pertanto, ad oggi, permane il medesimo problema nella sola città di Villa San Giovanni, per la quale l’inquinamento acustico ed ambientale è sempre incombente ed ai limiti delle soglia di tollerabilità legale, come da tutte le rilevazioni operate da Arpacal.

«L’unica possibilità di risoluzione del problema è da individuarsi nello spostamento degli approdi nella zona sud del Comune di Villa San Giovanni, Acciarello-Bolano, unica zona portualmente idonea, a bassa densità abitativa e comunque relativamente lontana dallo sviluppo urbano ed urbanistico della città. Inoltre questa soluzione progettuale eviterebbe l’ingresso del traffico veicolare in città così come richiesto dai cittadini di Reggio e di Villa San Giovanni, mitigando gli effetti nocivi ed insalubri dell’attuale attraversamento cittadino: si pensi che attualmente gli approdi risultano essere a meno di 50 metri dal tessuto urbano, a meno di 100 metri dal centro città (scuole di ogni ordine e grado, uffici comunali, alberghi, ristoranti ecc.). – ha concluso Siclari – Essendo questa una soluzione già condivisa a parole, è ora di passare ai fatti e, considerando che l’attuale amministrazione di Villa, il 20 dicembre del 2017, ha già approvato in Consiglio comunale all’unanimità la mozione in merito allo spostamento degli approdi a Bolano, adesso tocca alla città Metropolitana rendere possibile la realizzazione del progetto approvando il medesimo documento cosi come richiesto dalla Regione».

 

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.