CALABRESE E I SUOI MOSCHETTA “STOP POLEMICHE, SOLO PROGETTI”

719

Locri, il sindaco uscente con la lista al completo nella popolosa contrada. Illustrati gli interventi in programma: “In arrivo 3 milioni e 300 euro per a riqualificazione dell’area sud della città”.

Il “confronto” elettorale tra le due compagini in campo a Locri continua a distanza. All’ incontro con gli abitanti di Moschetta, sostenuto la scorsa settimana dalla lista “Scelgo Locri guidato da Vincenzo Carabeta, ieri ha risposto “Tutti per Locri”, guidata dal sindaco uscente Giovanni Calabrese. L’incontro dal titolo “Contarda Moschetta. Azioni concrete per lo sviluppo de territorio”, si è svolto in un locale pubblico alla presenza di tutti i 16 candidati. Chi si attende un incontro caratterizzato da polemiche è rimasto deluso, vista la premessa a base di accuse di aver propalato “bufale megalattiche” rivolte da Calabrese ai sostenitori della lista di Carabetta. L’incontro è invece servito per spiegare agli abitanti di Moschetta quali  siano i progetti che l’aggregazione ha messo in cantiere per la storica contrada. E i candidati di “Tutti per Locri” che sono intervenuti, il vicesindaco Raffaele Sainato, e il vicepresidente uscente del civico consesso con delega alle contrada, Vincenzo Panetta, e soprattutto Calabrese stesso, hanno evitato ogni tono polemico.

Ad aprire il confronto con gli abitanti dello storico borgo, che “non è una contrada ma una piccola città all’interno della città”, è stato proprio Calabrese. “Lo sviluppo non si fa con le parole, ma con idee e azioni concrete. – ha detto – Grazie al finanziamento di 3 milioni e 300 mila euro si andrà a riqualificare l’area sud della città con Moschetta obiettivo di quota parte del finanziamento”. Gli interventi previsti riguardano “la piazza di Moschetta, l’accesso al nuovo teatro all’aperto, la viabilità e la rotatoria al bivio con la Statale 106. E sempre, grazie a corposo finanziamento – ha continuato Calabrese – sarà realizzato il primo lotto funzionale del lato sud del lungomare cittadino”. All’incontro ha partecipato il prof.  Isidoro Pennisi dell’Università di Reggio. Dipartimento urbanistica e arte, incaricato della redazione del progetto che dovrà essere presentato entro l’8 luglio. “Moschetta – ha evidenziato – è piccola città, da qui la necessità di inserire nel progetto punti di aggregazione ma anche i punti da riqualificare. Siamo disponibili – ha aggiunto – ad accogliere tutte le riflessioni degli abitanti per far sì che i progetti siano a loro misura e possono durare nel tempo”.

Soddisfatti i residenti. Secondo il presidente dell’associazione “Moschetta” Giovanni Capogreco, “Moschetta non ha bisogno di polemiche, ma semplicemente di progetti per risolvere le problematiche che interessano gli abitanti”.

PINO LOMBARDO (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.