Sab. Gen 23rd, 2021

Mercoledì il 13 giugno 2018, alle ore 20.30, per la prima volta, il “CinemAmbulante” arriva a Reggio Calabria con la proiezione di A CIAMBRA di Jonas Carpignano presso il Cine Teatro Metropolitano del Dopo Lavoro Ferroviario.

La proiezione, a cura dell’associazione Arci Reggio Calabria, sarà a ingresso libero e offrirà la possibilità, per chi lo vorrà, di effettuare un’offerta per la raccolta fondi organizzata dall’Unione Sindacale di Base in favore dei familiari di Soumaila Sacko.

 

Con questa proiezione vogliamo lanciare un messaggio contro ogni forma di razzismo e di fascismo, e a favore dell’inclusione e ai diritti dei lavoratori. La Guarimba, soggetto organizzatore dell’iniziativa  “CinemAmbulante” è una associazione che ha come slogan “riportare il cinema alla gente e la gente al cinema” come un veicolo per promuovere valori di democrazia partecipativa, integrazione e accessibilità.

 

CINEMAMBULANTE è un progetto multiculturale e multidisciplinare organizzato in collaborazione con Emergency Italia e la terza edizione si svolgerà dal 10 al 21 giugno in quattro province calabresi: Reggio Calabria, Cosenza, Catanzaro e Crotone. L’iniziativa è parte del progetto MigrArti III edizione 2018 finanziato dal MIBACT.

 

L’Arci di Reggio Calabria e l’associazione La Guarimba offriranno dunque alla cittadinanza reggina l’opportunità di assistere alla visione di uno dei film più interessanti dell’ultima stagione cinematografica.

 

A Ciambra è un lungometraggio del 2017 diretto e scritto dal regista italo-statunitense Jonas Carpignano e prodotto da Scorsese. ll film è stato selezionato per rappresentare l’Italia ai premi Oscar 2018 nella categoria Oscar al miglior film in lingua straniera.

 

 

 

UFFICIO STAMPA ARCI

 

CINEMA AMBULANTE

storie di integrazione

III edizione

 

da oggi e fino al 21 giugno nelle quattro province calabresi (Cosenza, Crotone, Catanzaro

e Reggio Calabria)

 

La rassegna parte da Reggio Calabria con il ricordo di Soumaila Sacko

 

Un progetto di Guarimba vincitore del bando MIGRARTI del MIBACT

Dopo aver inaugurato l’esperienza di residenza cinematografica: il Kino, parte ufficialmente domani e andrà avanti fino al 21 giugno, la rassegna di film indipendendenti di CinemAmbulante, un progetto progetto multiculturale e multidisciplinare, unico nel suo genere e promosso dall’Associazione La Guarimba in collaborazione con Emergency Italia, nelle quattro province calabresi di Cosenza, Crotone, Catanzaro e Reggio Calabria.

La rassegna che è composta da opere cinematografiche realizzate da registi in rappresentanza di quei Paesi e culture ormai stabilite da tempo in Calabria, inaugura questa terza edizione il 13 giugno per la prima volta a Reggio Calabria con la proiezione del film A CIAMBRA di Jonas Carpignano che si terrà presso il Cine Teatro Metropolitano in collaborazione con l’Arci di Reggio Calabria.

La proiezione sarà a ingresso libero e contribuirà alla raccolta fondi organizzata dall’Unione Sindacale di Base per riportare la salma di Soumaila Sacko in Mali.

Con questa proiezione vogliamo lanciare un messaggio contro ogni forma di razzismo e di fascismo, e a favore dell’inclusione e ai diritti dei lavoratori. La Guarimba è una associazione che ha come slogan “riportare il cinema alla gente e la gente al cinema” come un veicolo per promuovere valori di democrazia partecipativa, integrazione e accessibilità” – commentano gli organizzatori della rassegna.

L’iniziativa è parte del progetto MigrArti III edizione 2018 finanziato dal Ministero dei Beni Culturali ed è stata realizzata dopo aver creato una rete locale e internazionale.

Tutti gli incontri e le proiezioni saranno ad ingresso libero.

I FILM:

1) “A CIAMBRA” di Jonas Carpignano (Italia)

Ad “A Ciambra” una piccola comunità Rom nei pressi di Gioia Tauro, Pio Amato cerca di crescere più in fretta possibile, a quattordici anni beve, fuma ed è uno dei pochi in grado di integrarsi tra le varie realtà del luogo: gli italiani, gli immigrati africani e i membri della comunità Rom.

 

2) “FACES, PLACES” di Agnes Varda e JR (Francia)

Agnes Varda, la cui  visione cinematografica unica dal 1950 le ha fatto guadagnare un fedele stuolo di entusiasti cinefili in tutto il mondo, e l’iconico fotografo e artista murale JR che su Instagram è seguito da oltre un milione di followers, hanno più cose in comune di quel che si possa immaginare.

3) “WALLAY” di Berni Goldblat (Svizzera)

Ady ha tredici anni ed è cresciuto nella banlieue francese. Quando un’estate, dopo l’ennesima spavalderia, viene spedito dal padre dai parenti in Burkina Faso, Ady scopre che la sua famiglia e l’Africa sono diverse da come se le immaginava. La sua vacanza non è affatto una vacanza.

4) “SWAGGER” di Olivier Babinet (Francia)

Muovendosi tra documentario e finzione, il film ci fa entrare nelle menti sorprendenti di undici adolescenti, di diversa provenienza, che crescono in una delle più svantaggiate banlieu parigine, dove i “francesi” non mettono piede. Una serie di ritratti da cui emergono le speranze, le paure e la vita di tutti i giorni.

5) “SACRED WATER” di Olivier Jourdain (Belgio)

Attraverso la voce di Vestine, una speaker radiofonica, e di uomini e donne ruandesi, il film racconta la ricerca dell’acqua che sgorga dal corpo femminile. “Sacred Water” (L’acqua sacra) rivela con umorismo e spontaneità il mistero del piacere femminile.–

6) “HUMAN FLOW” di Ai Wei Wei (Cina)

L’artista cinese si è messo dietro la macchina da presa per portare alla Mostra un doc che racconta migranti e profughi. Un viaggio della speranza attraverso 23 paesi del mondo, dall’Afghanistan alle coste siciliane fino al confine tra Messico e Stati Uniti.

7) “FÉLICITÉ” di Alain Gomis (Senegal)

Una donna cerca in tutti i modi di recuperare i soldi necessari per evitare l’amputamento di una gamba al figlio. Ma le cose non vanno come si aspettava.

IL PROGRAMMA COMPLETO: http://cinemambulante.com/larassegna/

 

 

 

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.