Dom. Gen 24th, 2021

Il “Progetto Itaca” nasce nel 2007 a Brescia, sui laghi, dall’idea di un giovane paziente amante della vela.
Dal 2009 è diventato una delle iniziative centrali della Giornata Nazionale contro le Leucemie, i Linfomi e Mieloma.

Questa mattina  le barche a vela  dei volontari,  quella del Porto delle Grazie e della Lega Navale Italiana di Roccella Ionica hanno solcato le acque del mar jonio con un a bordo un carico speciale. Così oggi i giovani pazienti, con le rispettive famiglie,  hanno approfittato per conoscere dal mare il territorio locrideo.  L’Itaca Day, una giornata durante la quale pazienti e medici delle ematologie locali, si sono imbarcati ed hanno veleggiato insieme.

Obiettivo: diffondere la vela-terapia quale metodo rivolto alla riabilitazione psicologica e al miglioramento della qualità della vita dei pazienti ematologici.

I piccoli pazienti, hanno avuto possibilità di vivere insieme un’esperienza unica, lontani dai luoghi di cura, in un contesto in cui anche i ruoli vengono invertiti.

Esattamente come Ulisse, i pazienti si trovati ad affrontare un mare aperto, sconosciuto e pieno di insidie. Durante il viaggio hanno visto nuovi territori e scoperto risorse che non pensavano di avere. Presenti all’appuntamento il presidente Provinciale Ail la Dott. ssa Romeo, i sindaci di Roccella Jonica e Caulonia,  il presidente della Lega Navale di Roccella Jonica ed i tanti volontari che hanno messo a disposizione la propria imbarcazione.  A dare il benvenuto ai partecipanti Giorgio Sotira e Francesco Lombardo rispettivamente amministratore e direttore del Porto delle Grazie.  Il progetto “Sognando Itaca” è  realizzato in collaborazione con la Marina Militare Italiana,  era presente all’appuntamento odierno anche il neo Comandante della Guardia Costiera di Roccella Jonica Giuseppe Rolli. La festa al porto continuerà con altre molteplici iniziative che sono in programma per le prossime settimane.

GM | redazione@telemia.it

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.