Mar. Gen 19th, 2021

Offrire un animale come premio di una riffa e’ un fatto inqualificabile che dovrebbe ripugnare la coscienza delle persone civili. Ma e’ anche inaccettabile che tale iniziativa sia legata a una manifestazione religiosa quale la Festa della Madonna dell’Immacolata. Gli animali, a qualunque specie essi appartengano, non sono cose di cui noi possiamo disporre a nostro piacimento“. L’Ente Nazionale Protezione Animali commenta cosi’ la riffa promossa nell’ambito delle celebrazioni per la Madonna dell’Immacolata che si tiene a Grotteria (Reggio Calabria) sabato 9 giugno e che come premio prevede, appunto, un maialino. “Purtroppo, l’animale non sara’ certo donato perche’ viva a lungo e in serenita’; purtroppo, non e’ difficile immaginare il destino che lo attende. Per questo – aggiunge Enpa – chiediamo agli organizzatori di dare un segno di civilta’, mostrando rispetto per la vita e di sostituire il maialino con un televisore, un cellulare o un computer. Un gesto di compassione lo chiediamo, anche e soprattutto alle autorita’ religiose, le quali, ne siamo sicuri, non avranno certo dimenticato l’esempio di San Francesco. Anche gli esseri viventi non umani fanno parte del creato e hanno lo stesso nostro diritto ad abitarlo

fonte: strettoweb.com

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.