Migrante ucciso: situazione calma in tendopoli S. Ferdinando

520
Situazione tranquilla nella vecchia tendopoli di San Ferdinando dopo il corteo e le proteste di ieri per l’omicidio di Soumaila Sacko, il maliano 29enne sindacalista Usb ucciso sabato sera a colpi di fucile nella vicina San Calogero (Vibo Valentia). Conclusa la manifestazione di ieri, i connazionali di Soumaila che avevano dato vita alla protesta sono rientrati nella baraccopoli ed oggi hanno ripreso a lavorare nei campi per paghe da fame, di 20-25 euro al giorno.
L’area resta presidiata dalle forze dell’ordine, ma allo stato non vi sono segnali di altre proteste.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.