Mar. Gen 19th, 2021

Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Melito Porto Salvo, hanno dato esecuzione a tre misure cautelari limitative della libertà personale, emesse dalla Sezione GIP del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di tre donne, tutte di Montebello Jonico. Contestualmente è stata altresì data esecuzione ad un Decreto di sequestro Preventivo nei confronti, complessivamente, di 22 persone.
La vicenda scaturisce da un’articolata attività d’indagine posta in essere dai militari della Stazione Carabinieri di Saline di Montebello Jonico, coordinate dal Procuratore Aggiunto dott. Gerardo Dominijanni e dirette dal Sost. Proc. Giovanni Gullo,

che hanno, in modo puntuale e dettagliato, ricostruito i dati relativi alle campagne agricole comprese tra gli anni 2010 e 2015, verificando l’esistenza di un consolidato sistema truffaldino consistente in attestazioni di false prestazioni lavorative, atte a far elargire, agli Enti pubblici preposti, indennità previdenziali ed assistenziali non dovute, con nocumento a carico dell’INPS e dell’ARCEA, per oltre € 200.000,00 euro.
Le indagini della Procura della Repubblica, che hanno superato il vaglio del GIP del Tribunale di Reggio Calabria hanno ad oggetto il reato di truffa aggravata, in relazione al quale sono state disposte sia le 3 misure cautelari personali, sia il sequestro preventivo, finalizzato alla confisca obbligatoria, di quello che è risultato essere il profitto dell’attività illecita e, di conseguenza, sono stati bloccati tutti i rapporti bancari relativi agli indagati, in modo da poter rientrare in possesso delle somme indebitamente percepite, ognuno per la parte concorrente.

Montebello Ionico 15 giugno 2018

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.