Sab. Gen 23rd, 2021

La stagione estiva è oramai alle porte e ancora una volta il nostro territorio si fa trovare impreparato mettendo a nudo tutte le criticità strutturali che da anni lo affliggono dalla depurazione, ai rifiuti, ai trasporti ,alla sanità. E’ quanto afferma in una nota Roberto Ieraci Presidente dell’ Associazione Culturale ” Nuovi Orizzonti per il Sud”.  Perché bisogna attendere la stagione balneare per trovarsi di fronte ai problemi che negli ultimi anni hanno danneggiato una terra che ha invece ancora tanto da dare e che invece si vede sempre  ” scavalcare”? La depurazione da anni costituisce la spina nel fianco della nostra regione che a causa del mare sporco vede scappare comitive di turisti che venivano in Calabria per il mare bello e che vanno via per il mare sporco. Nonostante le bellezze delle nostre coste, i reperti culturali e la nostra tradizione culinaria ,dobbiamo ancora investire tanto. Amministratori e cittadini sono rimasti soli a combattere, contro una politica sorda ed insensibile a ciò che accade ed occorre nei territori. Sono necessari interventi concreti e risolutivi, basta passerelle e promesse. I cittadini percorrono quotidianamente strade sporche ed insicure. Per quanto riguarda la viabilità, camminando per le nostre strade notiamo le erbacce e le sterpaglie che invadono le carreggiate stradali . In alcuni tratti anche a causa del manto stradale disconnesso sembra si tratti non tanto di strade provinciali o statali  ma di strade di campagna. Salendo dalla Strada Statale 106 verso l’entroterra del Comune di  Portigliola si nota l’ inerzia della gestione della  “nuova” Città Metropolitana per quanto riguarda la  manutenzione della strada,  con tratti in cui le auto passano con notevole difficoltà dovute alle erbacce sporgenti o come nel tratto del rettifilo dove nella carreggiata mare monti  la strada in molti tratti è quasi completamente  disconnessa. I cittadini del Comune di Portigliola stanno già vivendo  gravi difficoltà dovute al fatto che le piogge del 2015 hanno provocato una frana, in località Samburi,  che per diversi metri ha causato la caduta di una corsia di marcia con la conseguente riduzione della carreggiata. Ad oggi nessun intervento è stato fatto o programmato per il suo ripristino, anzi il tratto è scarsamente segnalato con la possibilità di creare  seri pericoli per l’incolumità degli utenti.  Se la nostra Regione è un territorio a forte vocazione turistica mi domando che biglietto da visita diamo se già mostriamo enormi criticità infrastrutturali  oltre che logistiche. Al di la della fatiscenza di molte strade provinciali che andrebbero adeguate e rimodernate, la rete viaria nella Locride è lontana anni luce da quella di altre realtà, in parte dovuta ad un  incapacità progettuale ,  ed in parte causata da una  gestione allegra della cosa pubblica. Bisogna rilanciare questo nostro territorio , con un progetto che lo possa mettere in condizione di esprimere il suo potenziale. Mi appello pertanto ai nostri rappresentanti  affinché prendano gli adeguati provvedimenti.

Roberto Ieraci Presidente Associazione Culturale “Nuovi Orizzonti per il Sud”

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.