Mer. Gen 20th, 2021

 

Martedì 31 luglio secondo appuntamento con la 4ª edizione del Festival del Teatro Classico, che ospiterà Blas Roca Rey e Monica Rogledi sul palco del Teatro Greco Romano di Portigliola.

Torna l’appuntamento con la 4ª edizione del Festival del Teatro Classico “Tra mito e Storia”, una manifestazione ideata e curata dal Comune di Portigliola con la collaborazione del Polo Museale della Calabria – Parco archeologico di Locri Epizefiri, e affidata alla direzione artistica di Edoardo Siravo e Marco Silani.

Dopo il grande successo della serata inaugurale, che ha tributato all’immensa Elisabetta Pozzi e alla sua “Cassandra – o del tempo divorato” una meritatissima standing ovation, il Teatro Greco Romano di Portigliola riapre infatti i suoi cancelli martedì 31 luglio, alle ore 21:30, per ospitare “L’Iliade” di Alessandro Baricco.

Blas Roca Rey e Monica Rogledi, propiziati dall’accompagnamento musicale dal sapore mediorientale di Pino Cangialosi al piano, Fabio Battistelli al clarinetto e Marzuk Mejri alla voce e alle percussioni, metteranno in scena un’originale rivisitazione del poema omerico che esclude gli dèi dalla narrazione, donando al pubblico una cronaca della guerra di Troia inedita e per certi versi sorprendente. Esponendo il poema del cantore Omero in modo originale, ma non per questo meno commovente e avvincente, i due attori si alterneranno sulla scena impersonando gli uomini e le donne protagonisti di questa tragica guerra, mettendo a nudo le loro emozioni più forti e più umane attraverso una serie di monologhi che rendono l’opera di Baricco perfetta per la trasposizione scenica.

Achille, Ettore, Andromaca, Elena e Ulisse prenderanno vita spogliati della loro aura mitologica, rivelandosi così al pubblico, come dichiarato dallo stesso Blas Roca Rey, per ciò che sono veramente: “esseri umani con sogni, paure e aspettative che si tramandano nei secoli e che in fondo sono sempre uguali”.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.