Bruno Panuzzo presenta “Istanti” a Berlino, Madrid e Roma

519

R. & P.

La Locride che emerge, e che fa parlare di se positivamente, esporta anche all’estero il proprio valore: continuando ad incamerare consensi e lusinghieri apprezzamenti. E’ questo il caso dell’opera “Istanti” realizzata da Bruno Panuzzo e dagli studenti dei liei “G. Mazzini” di Locri, che proprio in questi giorni è stata presentata a Madrid, Berlino e Roma. Si tratta di un grande risultato per questi giovani figli di Calabria, che attraverso tanto entusiasmo presentano all’estero il duro lavoro di un anno. “Istanti” conquista quindi Madrid, Berlino e Roma attraverso la propria freschezza e semplicità. In terra spagnola Panuzzo presenta, con grande orgoglio e commozione, il lavoro presso un noto locale di Madrid. Il brano “Fuego”, primo singolo estratto dal disco, era già in programmazione su diverse radio iberiche da alcune settimane. Sono state proprio le sonorità “latine” del brano “Fuego” a spingere l’artista di Bovalino a promuovere l’opera a Madrid. Il sound entusiasmante e coinvolgente della canzone ha riscosso buoni consensi in Spagna e la presenza di Panuzzo, in uno dei locali di madrileni che promuove la musica live, è servita a catalizzare ancor di più l’attenzione sul lavoro discografico. Analogo esito si concretizza altresì a Berlino. In terra tedesca Bruno Panuzzo offre l’opera “Istanti” ad un Ente comunitario improntato sulla tradizione culturale italiana. Anche in questo caso, la musica di Panuzzo, giunge sul territorio ancor prima dell’arrivo dell’artista medesimo. Diverse sono infatti le radio germaniche che hanno posto in programmazione il singolo “Fuego”. La promozione del progetto si conclude a Roma. Nella capitale italiana Panuzzo è ospite dell’emittente radiofonica “Radio Kaos Italy”. La radio ha ospitato nel tempo illustri artisti di respiro nazionale (non per ultimo il gruppo Thegiornalisti autori del tormentone “Una vita in vacanza”: brano presentato all’ultima kermesse sanremese). L’artista di Bovalino intervistato dall’eclettico Maurizio Guccini e dagli altri due conduttori del programma, racconta le motivazioni che lo hanno spinto a realizzare progetti come “Fiori di carta”; “Agarthi”; “Rica”; “Sanremo: pallido fiore” ed “Istanti”. Dall’intervista è emersa la grande volontà di Panuzzo nel promuovere la positività della Calabria e della Locride in particolare. Con molta umiltà Panuzzoha spiegato che le opere da lui realizzate “non vanno identificate sotto un profilo nettamente artistico, ma andrebbero valutate come dei tentativi di coinvolgere i giovani all’interno di iniziative nuove, costruttive e che esaltano positivamente il territorio”. Di grande rilievo la presenza all’intervista di Luigi Luppola, presidente dell’Official Beatles Fan Club Pepperland, che ha supportato Panuzzo in diverse iniziative sociali realizzate nella Locride. I numeri di Panuzzo si esprimono in maniera più chiara: andando inevitabilmente oltre la tipica umiltà e modestia dell’artista. In cinque durissima ed entusiasmanti anni il giovane cantautore di Bovalino ha coinvolto oltre seimila persone nei suoi progetti. Le opere di Panuzzo, proposte nei maggiori istituti scolastici della Locride, sono state diffuse in Italia, Inghilterra, Germania, Lussemburgo, Spagna ed Australia.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.