CARERI: CHIUSE LE SCUOLE DELL’INFANZIA E LA PRIMARIA, L’IRA DEI GENITORI

3859

Pochi giorni fa, l’annuncio di un’ingiustizia ha percorso le vie di Careri. Gli abitanti oramai sono consapevoli che nell’anno 2018-2019 due delle scuole funzionanti (infanzia e primaria) del posto sono state chiuse. I genitori sono irati, stanchi, ma soprattutto delusi. La chiusura di una scuola è un evento triste e sintomatico della dissoluzione del nucleo sociale. Crediamo che sia doveroso a causa di questo insuccesso complimentarsi con:
Chi si è limitato ad inviare una delibera ed una pec nonostante abbia avuto a disposizione gli strumenti per essere più incisivo, chi propone ai genitori diverse alternative ma niente di concreto dimostrando di non avere contatti continui e concreti con gli organi superiori e con chi, impassibile, ha assistito al volatizzarsi in un paio di anni delle due scuole.
Per legge il numero dei bambini frequentanti le nostre scuole è sufficiente a mantenerle aperte perciò noi del comitato “Salviamo la Scuola” di Careri Centro, non riusciamo a spiegarci il motivo di tutto ciò e nessuno è in grado di spiegarcelo ancora. Non è giusto giocare con la sensibilità dei bambini. Dov’è il diritto all’istruzione per i nostri figli? Perchè ci è stato negato? Ma che volete che sia, dopotutto sono i genitori che hanno l’obbligo scolastico e che adesso devono affrontare diverse difficoltà, come l’accompagnare i figli nei comuni limitrofi i quali sono difficili da raggiungere a causa delle strade dissestate e di tutto ciò ne consegue in termini di spese e disagi. Speriamo che queste nostre riflessioni non siano invisibili come i bambini di Careri.
Cordiali saluti
il comitato dei genitori “Salviamo la Scuola”
Careri Centro.

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.