Caso carenza acqua a Roccella: interviene SORICAL “non è un nostro problema tecnico”

2847

Da ventiquattro ore gran parte di Roccella è ancora senz’acqua potabile. Da dieci anni che non si verificava che il paese della costa J0nica rimanesse senz’acqua in piena estate per così tante ore. Ieri uno scarno comunicato della Jonica Multiservizi addebitava l’assenza di acqua dai rubinetti roccellesi ad un guasto sulla rete addutrice di proprietà della SORICAL . Oggi la SORICAL mediante l’ing. Giulio Gangemi capo compartimento area Sud, che comprende l’intera provincia di Reggio Calabria, smentisce quanto dichiarato dalla società in house presieduta dall’ing. Vincenzo Garuccio, precisando che la carenza o assenza di acqua dai rubinetti roccellesi dipende interamente da un assorbimento anomalo della rete comunale in gestione alla Jonica Multiservizi. In particolare ci spiega l’ing. Gangemi che l’anomalia è stata notata dagli stessi tecnici Sorical, che si trovavano per un prelievo nel serbatoio roccellese di contrada Serrone. Li hanno evidenziato che il serbatoio era quasi svuotato, senza che fosse scattata alcuna allerta. In particolare la rete comunale assorbiva quasi 85 litri al secondo, contro una media stagionale che può arrivare a picchi di 60 litri per secondo. Considerando che la SORICAL adduce 50/60 litri al secondo è facile comprendere come il serbatorio si sia quasi svuotato.  La SORICAL per venire incontro alle esigenze dei cittadini ha ulteriormente potenziato il flusso dell’acqua che adduce, con la speranza che la Jonica Multiservizi abbia risolto l’insolito assorbimento che potrebbe anche essere addebitato ad un guasto e/o una grande perdita della rete comunale.

Giuseppe Mazzaferro | redazione@telemia.it

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.