Lun. Gen 25th, 2021

Siglata una partnership con Ias Touring e Fratelli Romano. Saranno collegate 30 città delle province di Cosenza e Crotone. Biglietti prenotati con una app e più comfort a bordo. Gli imprenditori: «Crediamo in questa partnership»

Da Rossano ad Amsterdam, da Cosenza a Monaco, da Crotone a Varsavia. Le rotte sono diverse, c’è solo da sbizzarrirsi. FlixBus sigla un accordo con due dei principali vettori del trasporto su gomma calabrese, Ias Scura e Romano touring, offrendo in questo modo a calabresi e non la possibilità di beneficiare delle tratte di uno dei più grandi network del trasporto su gomma nel mondo e leader in Europa. Dal 3 settembre l’accordo tra FlixBus, Romano e Ias diventerà operativo a tutti gli effetti. Dalle 26 fermate nella provincia di Cosenza e alle 6 della provincia di Crotone partiranno i bus a marchio FlixBus e quindi come augurato anche dal presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca anche la «tanto agognata “Destinazione Calabria”».

 

1 BIGLIETTO 300MILA COLLEGAMENTI L’arrivo di Flixbus a Cosenza è salutato quasi come l’arrivo di un ambasciatore. Andrea Incondi, managing director di FlixBus Italia, nel corso della presentazione alla stampa nella sede di Confindustria, ha illustrato i numeri del network e i benefici che potranno arrivare per la regione Calabria grazie all’ingresso delle due società. 1700 città europee, 30mila connessioni giornaliere, 1200 persone impiegate, 28 paesi collegati e 7mila autisti. A questi numeri ci sono da aggiungere 300 autobus marchiati e prodotti da FlixBus e la novità più importante delle ultime ore, ossia, il servizio di prenotazione aperto anche a chi vive Oltreoceano. «Chi starà in America – dice il manager – potrà prenotare un nostro bus e se vorrà venire in Calabria troverà le fermate che sono previste dai nostri partner». E intanto Gennaro Scura ed Ezio Romano abbracciano la nuova filosofia: comodità, sostenibilità, innovazione. «I passeggeri calabresi – aggiunge Incondi – attraverso la nostra app, il nostro sito internet o i punti di vendita, potranno prenotare il loro biglietto in modo semplice e intuitivo. A questo si aggiungono tutta una serie di servizi che riteniamo indispensabili. Innanzi tutto la possibilità di cancellare o cambiare la destinazione fino a 15 minuti prima della partenza poi tutta una serie di comfort, dal wi-fi gratuito alle prese elettriche a bordo. Ovviamente senza dimenticare i prezzi dinamici e convenienti che ci hanno sempre caratterizzato».

NUOVI POSTI DI LAVORO E NUOVI VIAGGIATORI  «Abbiamo raggiunto questo accordo realizzando quello che ogni vettore di trasporto vorrebbe fare –dice Gennaro Scura amministratore di Ias touring-. Si realizza una serie di trasporti a lunga percorrenza facendo in modo che con un unico biglietto si possano raggiungere più destinazione. L’accordo ovviamente deve essere visto in una prospettiva di crescita con Flixbus». E se dalla Calabria per arrivare a Milano ci vogliono 13 ore di autobus i benefici dell’accordo saranno individuabili nella frequenza maggiore dei bus che partiranno dalle altre città d’Italia che si trasformeranno in veri e propri Hub dove cambiare mezzo di trasporto e raggiungere la località desiderata. «Crediamo in questa partnership con FlixBus – dice Ezio Romano -. Non c’è solo il trasporto da considerare ma anche i benefici anche in termini economici. Loro creano un tabellario di prezzi che si basa su degli algoritmi quindi i prezzi saranno sicuramente migliorativi. Ovviamente se aumenteranno gli utenti sarà consequenziale l’aumento della crescita di posti di lavoro».

30 CITTA’ COLLEGATE IN CALABRIA Da settembre FlixBus collegherà 26 centri in provincia di Cosenza, tra cui città di medie dimensioni come Corigliano-Rossano, Rende o Acri e località minori quali Mongrassano, Pietrapaola e Spezzano Terme, e 6 centri in provincia di Crotone, tra cui Cutro, Torretta di Crucoli, Cirò Marina e Strongoli Marina. Chi parte dalle due province potrà così raggiungere direttamente le principali città italiane come Roma, Napoli, Firenze, Venezia e Torino, e con pochi cambi, le principali città europee. Tra le città che maggiormente beneficeranno della collaborazione c’è Cosenza, che sarà collegata con Campania, Lazio, Toscana e Umbria: 14 collegamenti verso Napoli, 42 connessioni verso la Capitale, 14 verso Firenze e Siena e 28 collegamenti con Perugia. Così come Cariati e Crotone, da cui si potrà viaggiare con facilità verso Roma (21 connessioni a settimana da Cariati e 14 da Crotone), Napoli (7 collegamenti settimanali per entrambe le città), Perugia (14 collegamenti settimanali da Cariati e 7 da Crotone) e Milano (fino a 7 connessioni a settimana da entrambe le città).

TURISMO E REGOLE A dare il benvenuto a FlixBus a Cosenza c’è l’assessore regionale Franco Rossi. «Comincia ad esserci interesse per la Calabria. Il turismo, la qualità della vita, la ricerca e l’innovazione questo è sintomatico di quanto il nostro territorio stia crescendo e interessi a chi ci guarda da fuori». E se per il componente della giunta regionale la parola d’ordine è turismo, per la deputata Enza Bruno Bossio (Pd) invece il passeparout è il rispetto delle regole della società che oggi è arrivata in Calabria le cui origini sono tedesche. «Sapere che non cambierà nulla per i contratti dei lavoratori, che siete nel mercato e rispettate le regole – dice la deputata dem – ci tutela ancora di più».

(fonte corriere della calabria)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.