Mar. Gen 26th, 2021

La scrivente O.S. ha più volte segnalato agli Organi preposti dell’ASP di Reggio Calabria il grave stato di precarietà in cui versa la sanità presso il Presidio Ospedaliero di Locri ed in particolare modo l’ U.O. di Radiologia che ormai da tempo sovrintende con enormi difficoltà ai propri compiti di istituto per le conclamate carenze dei Medici rimasti in servizio. Tale evenienza e pericolosità per la sicurezza dei cittadini e la normale funzionalità dell’intero Nosocomio, è stata finanche denunciata dagli Organi di stampa e dal primo cittadino di Locri dr. Giovanni Calabrese.
Detta grave situazione deriva dalla mancata sostituzione dei Medici collocati in pensione o risultanti trasferiti in altre sedi, con la scontata conseguenza che il personale in servizio non è in condizione di svolgere turnazione rispettosa delle normative che regolamentano la materia. I vertici dell’ASP non hanno inteso procedere ad una seria ricognizione del personale medico assunto con la specifica qualifica alfine di garantire agli Ospedali Spoke di Locri e Polistena un adeguato numero di Medici idoneo a garantire una oculata turnazione.
Infatti i pochi Medici rimasti in servizio presso tale Unità Operativa sono costretti ad effettuare turni massacranti ulteriormente aggravati dal dover garantire le urgenze in servizio di pronta disponibilità. Sovente l’Ospedale di Locri garantisce la normale routine e le urgenze che si propongono di mattina e pomeriggio con una sola Unità. Sovente i turni rimangono completamente scoperti determinando il ricorso al 118 per i trasferimenti presso altri ospedali della provincia e della Calabria.
Scrivente O.S. vuole evidenziare, inoltre, che tale marasma organizzativo sta comportando serie ripercussioni sul sistema fisico e psichico per il personale in questione cui attengono, peraltro, gravose responsabilità medico-legali. Per opportuna conoscenza la UIL trasmette i turni di servizio
2
del personale di che trattasi dai quali si potranno evincere le macroscopiche irregolarità comportanti un probabile sfruttamento di detti specialisti.
Tutto quanto su esposto è intollerabile in quanto difforme a qualsiasi norma e contratto.
Scrivente O.S. chiede a codesto Spettabile Ispettorato di voler intervenire con la massima urgenza ad accertare eventuali violazioni delle norme che tutelano la sicurezza dei lavoratori e che possono portare a gravi ripercussioni anche sull’utenza.
Si allegano: copia dei turni medici.
Il Segretario Territoriale
*Nicola Simone
*firma autografa sostituita da indicazione a mezzo stampa, ai sensi dell’art. 3, comma 2, della legge 39/1993

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.