Gio. Mag 6th, 2021

Con deliberazione n° 67/2018 della giunta comunale di Locri, a partire dal 1 ottobre 2018 verrà dato l’avvio alla presentazione esclusiva telematica delle istanze edilizie, attraverso l’istituzione dello Sportello Unico per l’Edilizia Digitale (denominato SUED).

 

Locri si posiziona così tra i primi Comuni dell’area ionica a predisporre questo fondamentale  strumento – previsto dall’ordinamento giuridico italiano, istituito nello specifico ai sensi dell’art. 5 del D.P.R. n. 380 del 6.6.2001 (così come modificato dal Decreto Legislativo n. 301 del 27.12.2002) e disciplinato dal Testo Unico per l’Edilizia – al fine di istituire la creazione di  un canale di interfaccia unico, veloce e trasparente tra la Pubblica Amministrazione ed i Cittadini, attraverso il quale i professionisti potranno richiedere online le autorizzazioni per realizzare un intervento edilizio e gestire, con la semplicità di un “click”, tutte le vicende amministrative riguardanti gli interventi ed i procedimenti in materia edilizia.

La modalità di presentazione delle pratiche è abbastanza semplice e assolutamente sicura, viene corrisposta tramite P.E.C., supporta – per i documenti e le immagini – il diffusissimo formato PDF e PDF/A, prevede la firma digitale di tutti gli allegati presentati.

Attraverso il SUED  dovranno – pena il rigetto d’ufficio per tutte le istanze presentate in modalità cartacea –  essere gestite tutte le attività inerenti le Denunce di Inizio Attività, le domande per il rilascio del Permesso di Costruire e ogni altro atto di assenso comunque denominato in materia di attività edilizia, ivi compreso il certificato di agibilità; tutte le operazioni riguardanti i provvedimenti in tema di accesso ai documenti amministrativi in favore di chiunque vi abbia interesse ai sensi della Legge 241/90; l’iter per il rilascio dei permessi di costruire, dei certificati di agibilità, nonché delle certificazioni attestanti le prescrizioni normative e le determinazioni di provvedimenti a carattere urbanistico, paesaggistico, ambientale, edilizio e di qualunque altro tipo comunque rilevanti ai fini degli interventi di trasformazione edilizia del territorio; e, infine, ogni istanza o denuncia riferita all’ intervento edilizio nonchè agli adempimenti connessi all’applicazione  del Testo Unico per l’Edilizia.

La ratio legis di tale previsione normativa si colloca nell’ambito della tutela ambientale ed ha come finalità suprema – oltre a quella di andare incontro alle esigenze dei Cittadini, rendendo trasparente, dinamica e tracciabile  la gestione delle istanze digitali e snellendo le lungaggini procedurali della burocrazia del settore pubblico – quella di limitare la produzione di documentazione cartacea.

Come assessore all’Urbanista,  sono convinto che l’innovazione tecnologica si arricchisca in efficienza e contenuti nel momento in cui viene posta al servizio delle persone, realizzando una perfetta sintesi funzionale tra le responsabilità ed i complessi doveri facenti capo agli Uffici amministrativi e le delicate, impellenti e necessarie esigenze dei privati.

Avvicinare la Casa Comunale alla gente, ad esempio, proprio attraverso la predisposizione di servizi e sportelli digitalizzati che facilitino la gestione dei servizi, evita ai Cittadini (ed ai professionisti per loro conto) quelle interminabili code dinnanzi ai vari uffici, incrementa il senso di fiducia verso le istituzioni pubbliche ed ottimizza le esigenze di tutti.

Per di più, come cittadino e assessore alle Politiche Ambientali, la dematerializzazione degli archivi cartacei riveste un ruolo preponderante del mio modus operandi ed una tematica che mi sta particolarmente a cuore, per tale ragione invito tutti a partecipare all’incontro formativo per l’istituzione del SUED, che si terrà al Palazzo di Città, martedì 31 luglio 2018 alle ore 11.00.

segreteria vice sindaco di Locri

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.