‘O MARE MIO: INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ A ROCCELLA PER IL PORTO DELLE GRAZIE

494

Ingegneria marittima e tecnologie innovative per l’ambiente, è stato questo il tema che ha guidato il convegno organizzato dall’associazione Innovus Aps presso il castello Carafa di Roccella Jonica. L’incontro, che si inserisce all’interno del progetto “O mare mio!”, ha ospitato illustri personalità del settore marittimo i quali, ognuno dalla propria prospettiva, hanno parlato del porto roccellese delle Grazie in termini di innovazione e sostenibilità.
E così, dopo i saluti del sindaco Dott. Giuseppe Certomà e del Tenente di Vascello Giuseppe Rolli, ha preso la parola l’Ing. Lorenzo Surace, dirigente capo area tecnica del comune di Roccella, con l’intervento “Waterfront: evoluzione e innovazione del Porto delle Grazie di Roccella Jonica”.
A seguire l’ing. Felice Arena, professore ordinario presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria e responsabile del laboratorio NOEL, con un intervento sullo sfruttamento dell’energia del moto ondoso nel Porto delle Grazie e l’ing. Giuseppe Barbaro, anch’egli professore a Reggio Calabria e componente del comitato scientifico del NOEL, con un discorso sugli effetti indotti dalla presenza di un porto sui litorali adiacenti.
A conclusione del meeting è stata consegnata dall’associazione una “targa alla memoria” ai familiari del Sen. Sisinio Zito per aver consolidato l’idea del Porto delle Grazie come opportunità e volano di sviluppo del territorio.

FRANCESCA CLEMENO|redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.