Sab. Dic 4th, 2021

Il governatore dopo la visita del ministro Di Maio all’imprenditore di Gioia. «Lo abbiamo accompagnato al Mise per affrontare i problemi con gli istituti bancari»

«Da noi De Masi non è stato lasciato solo. Noi lo abbiamo accompagnato direttamente al Mise in più incontri per affrontare i problemi con gli istituti bancari che lui denunciava essere strozzini». Lo ha detto, parlando con i giornalisti, il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, riferendosi alla situazione dell’imprenditore di Gioia Tauro Nino De Masi, da anni sotto scorta perché minacciato dalla ‘ndrangheta, lo stabilimento del quale è stato visitato ieri dal vicepremier Di Maio e dal Ministro della Giustizia Bonafede. «Noi – ha aggiunto Oliverio – lo abbiamo accompagnato e abbiamo sostenuto la sua causa, con i suoi legali presenti. Tant’è che si è pervenuti ad un accordo sulla base di una nostra iniziativa che non è mancata ed è stata molto efficace ed in prima linea».

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.