Lun. Apr 19th, 2021

Stavolta c’è mancato poco. E anche se non c’è scappato il morto, c’è comunque una vittima che ha riportato una brutta ferita alla testa: si tratta di un prete che stamattina è stato colpito da un ramo staccatosi da un albero in via Marina alta, il corso Matteotti, nei pressi della gelateria Sottozero, il cui Gazebo esattamente un anno fa (era metà Luglio 2017) venne distrutto da un crollo ancor più imponente. E’ l’ennesimo crollo che si verifica sul Lungomare: prima le auto, poi i gazebo, adesso un pedone. Cosa aspetta il Comune ad intervenire in modo adeguato rispetto a quella che ormai è una vera e propria emergenza? La realtà dei fatti è che dopo lo scioglimento del Comune (nel 2012) e della Multiservizi, i cui lavoratori non sono ancora stati reintegrati in nuovi organici di lavoro, la manutenzione del verde in città è assolutamente inesistente e in questi 6 anni il degrado è diventato tale da rappresentare una bomba ad orologeria per la sicurezza dei cittadini e la pubblica incolumità.
strettoweb.com

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.