Gio. Gen 28th, 2021

Nonostante gli annunci la galleria della Limina sulla SS 682 “Ionio-Tirreno” si presenta in una situazione di gravissima e preoccupante pericolosità. Nonostante i numerosi e ripetuti interventi definiti risolutivi, secondo quanto riferito da Anas, la situazione resta pesante. Dei sette km del tracciato, gran parte si presentano a tutt’oggi ancora privi di illuminazione ed invasi dal denso fumo degli scarichi degli autoveicoli che vi transitano. E’ evidente – sottolinea Riccardo Occhipinti delegato UDC di Reggio Calabria – che gli interventi disposti dall’Azienda autonoma delle strade non hanno risolto il problema che riguarda, a quanto pare, l’alimentazione elettrica, sia delle ventilatori che dovrebbero favorire il ricambio dell’aria all’interno della lunga galleria, sia delle lampade che illuminano il tracciato. A parte di disagi, anche quotidiani, per chi transita su quella strada – sottolinea Occhipinti – si pongono problemi di sicurezza della circolazione e sulla stessa agibilità delle galleria.  In questi giorni ho ricevuto – ha sottolineato Riccardo Occhipinti – numerose segnalazioni sulla situazione di quel tratto di strada, una arteria di rango ‘statale’ che collega l’A2, e il versante tirrenico reggino con la locride, che non può essere lasciata nel più totale abbandono e trattata come strada secondaria. Quell’arteria è percorsa giornalmente da migliaia di aumobilisti, da mezzi pezzi pesanti e da autobus di linea. Migliaia di persone che non possono ritrovarsi a rischiare la vita per andare al lavoro, nei luoghi di studio, di svago o di vacanza. E’ auspicabile, dunque, che Anas intervenga presto per risolvere il guasto, di non poco conto, che condizione il transito nella Galleria della Limina e si vada oltre i soliti annuncia di “monitoraggio” come più volte annunciato da Anas.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.