Mar. Mag 18th, 2021

Via alla nuova avventura, la quinta in serie D, una “vetrina” nazionale che ancora una volta consentirà di esportare l’immagine della cittadina in altre regioni del mezzogiorno e quindi fuori dal perimetro della Calabria.
Avrà, infatti, inizio oggi allo stadio comunale “Muscolo” la preparazione precampionato del Roccella Calcio del presidente Maurizio Misiti. A guidare, nelle prime fatiche stagionali, il gruppo di atleti ci sarà il bravo e riconfermato tecnico Domenico Giampà, il quale nei giorni scorsi ha anche terminato a Coverciano il corso per ottenere il patentino di allenatore di serie C. Al momento, in attesa di sondare ancora meglio il mercato dilettantistico e professionistico, Giampà e il suo staff inizieranno il lavoro di preparazione con un gruppo leggermente ridotto di atleti. Nel giro, comunque, di massimo due settimane il trainer catanzarese potrà disporre, tra “over” e giovanissimi (quest’anno in ogni gara sarà, sin dall’inizio dei match, schierare obbligatoriamente almeno giovani fuoriquota ossia un ’98, due ’99 e un 2000), del giusto numero di atleti (non meno di 22). Anche quest’anno, comunque, a conferma delle scelte pensate e mirate che la società, in tema di arrivi in riva allo Jonio, farà, il tecnico potrà contare su diversi e bravi atleti della passata stagione e protagonisti di una meritata salvezza senza neppure passare dalle forche caudine dei playout. Oggi, infatti, al via della preparazione precampionato ai nastri di partenza ci saranno il portiere Scuffia, i difensori Malerba, Cordova e Strumbo, i centrocampisti Voltasio, Gattabria, Reka, Riitano e Filippone e gli attaccanti Catalano, Faella e Tassone. A breve a Roccella dovrebbero arrivare 2 giovani difensori, 2 esterni di centrocampo, un centrocampista e 2 attaccanti.
Capitolo giovanile. A dir poco discutibile, invece, visto che comporterà un aumento, e non di poco (diverse migliaia di euro), delle spese, appare la scelta computa da alcuni massimi dirigenti amaranto (contrario alla decisione assunta è stato fino all’ultimo il presidente del Roccella, Maurizio Misiti) di riaffidare, dopo alcuni passi falsi compiuti già nella passata stagione sportiva e i clamorosi flop con le squadre “Juniores” e “Allievi Regionali”, la struttura del settore giovanile ad un pensionato trapiantato a Roccella da diversi anni, il quale tra l’altro, essendo già tesserato con un’altra società dilettantistica giovanile che opera nel comprensorio locrideo, non dovrebbe neppure figurare, visti gli atti allo stato depositati in Lega, nell’organigramma societario del Roccella Calcio.
(fonte Gazzetta del Sud)

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.