Dom. Mag 9th, 2021

Tempo di consuntivi, ma anche di rilancio, per la Consulta cittadina che ha riunito il Comitato di Presidenza prima, e l’Assemblea, poi, per analizzare il cammino fatto finora e, soprattutto per rilanciare l’attività. L’obiettivo è di dare nuovo imput di partecipazione a tutte le componenti di questa realtà istituzionale (ben 66 tra associazioni, movimenti e comitati) che da otto anni opera a beneficio della Comunità sidernese, partendo dal presupposto che il contributo che ognuno potrebbe dare non può essere dato da altri. Da qui l’impegno a sollecitare tutti i referenti delle associazioni iscritte, particolarmente quelli meno presenti ed attivi, a rinnovarsi fattivamente nell’impegno assunto, al fine di non interrompere un rapporto di collaborazione, all’interno di quest’organo istituzionale, che si ritiene strumento di partecipazione democratica, nella misura in cui ogni sua componente saprà dare il suo apporto in vista del bene comune della città. Una necessità da cui dipende la stessa credibilità e l’autorevolezza della Consulta Cittadina. Per questo il presidente Vincenzo Bruzzese ha voluto ricordare a tutti “che è stata istituita per realizzare un’azione congiunta tra il Comune e la realtà sociale, volta a perseguire al meglio gli interessi della collettività attraverso l’elaborazione di proposte e/o iniziative, sociali, culturali ed economiche ritenute importanti dalla comunità cittadina, che, in forma associata e secondo le vigenti norme statutarie e regolamentari, partecipa attivamente alla gestione della cosa pubblica”. Con l’occasione i rappresentanti della consulta hanno preso atto “con orgoglio” della nascita di nuove realtà associative, che esprimono la vivacità di Siderno ed hanno esteso l’invito a partecipare alla Consulta “per canalizzare e rafforzare le energie positive di ogni singola espressione sociale; ciò, ovviamente, nel pieno rispetto dell’identità e dell’autonomia di ogni associazione”. Per rendere sempre più concreta la partecipazione della cittadinanza alla vita amministrativa e a favorire un rapporto di comunicazione costante tra tutti i cittadini e l’Amministrazione Comunale, poi, si è deciso di aprire dei punti di ascolto della comunità sidernese, dislocati sul territorio, magari utilizzando anche le sedi delle associazioni che saranno disponibili. Una iniziativa – precisa Bruzzese – che per potersi realizzare, necessita della collaborazione da parte di tutte le realtà associative che operano concretamente e quotidianamente sul territorio e a beneficio dello stesso. ”Siamo convinti – afferma il presidente della Consulta – della grande importanza di ascoltare – con competenza, professionalità e grande riservatezza – i cittadini, per far arrivare la voce di tutti nelle sedi istituzionali”. Il tutto per rafforzare l’impegno e fare in modo che l’Amministrazione Comunale favorisca sempre più il pieno coinvolgimento del volontariato sidernese. L’appello finale è a tutte le componenti della Consulta cittadina “ad attivarsi, con entusiasmo nuovo e convinto, per analizzare e definire le questioni ritenute di primaria importanza per il territorio comunale e che incidono in modo determinante sulla comunità; proporre iniziative, interventi, attività o modifiche all’azione amministrativa programmata o da programmare; contribuire a stabilire un rapporto di comunicazione costante tra tutti i cittadini e l’Amministrazione Comunale”. Poi l’annuncio che è in fase di organizzazione una Festa delle Associazioni Sidernesi, come occasione per conoscersi meglio e farsi conoscere anche da tutta la Città.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.