Bovalino (RC): Riconoscimento a Giovanni Ruffo. Unico selezionato per la Calabria alla XXXI^ “Festa del Teatro” di Palermo

580

La “Festa del Teatro” è il principale evento che la F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatoriale)organizza ogni anno. Per tutti gli associati al circuito è un’occasione ghiotta per coltivare momenti di conoscenza, aggregazione e interscambio culturale, ma anche occasione di apprendimento e approfondimento di quelle che sono le tecniche artistiche proprie di ogni gruppo teatrale. I partecipanti alla Festa provengono da ogni parte d’Italia e ad essi si aggiungono, spesso, anche delegazioni di artisti che provengono anche dalle Federazioni teatrali europee aderenti alle varie sigle. Sempre nell’ambito della festa si muove l’Accademia del Teatro Italiano che è una fucina di apprendimento riservata ai giovani dai 18 ai 25 anni che vengono selezionati attraverso un bando e provengono da varie regioni d’Italia; la sua attività si espleta nel corso di una settimana, sotto l’attenta guida di un regista e di due assistenti, per mettere in scena un progetto teatrale in occasione della serata finale della Festa nel quale, una giuria di esperti assegnerà il “Premio Fitalia”.

 

Quest’anno ricorre la XXXI^ Edizione della “Festa Nazionale del Teatro”: il cartellone è pieno di appuntamenti concentrati nel periodo 1-30 settembre, con un fitto e variegato programma di rappresentazioni teatrali messe in piedi dalle varie compagnie aderenti ai vari Comitati territoriali (provinciali e regionali) della Federazione, con il momento principale che si concretizzerà nella città di Palermo nel periodo 2-9 settembre 2018.

Anche in questo ambito, la cittadina di Bovalino (RC) è riuscita a distinguersi perché tra i 13 giovani selezionati dall’Accademia del Teatro Italiano ci sarà anche Giovanni Ruffo, giovane attore, scrittore e poeta (appassionato in particolare della poesia in “vernacolo”) che si sta distinguendo in tutti questi settori artistici grazie alla sua grande passione e voglia di apprendere che mette puntualmente in campo in ogni sua rappresentazione teatrale e/o partecipazione ad eventi.

Con grande gioia, il giovane attore ha postato sul proprio profilo facebok il seguente messaggio: “Avrò l’onere e l’onore di essere il rappresentante della Calabria e, quindi, di portare alto il nome del mio amato paese (bovalino). Dedico questo momento di soddisfazione alla mia famiglia, ai miei amici, a chi porto nel cuore ed a chi mi porta nel cuore, a tutti coloro che finora mi hanno trasmesso affetto, sorrisi, calore e stima, caricandomi e stimolandomi quotidianamente. Un ringraziamento speciale all’associazione “Fondazione Ciccio Marzano – Gruppo Spontaneo” di Bovalino, nelle persone di Enzo Marzano e Pino Ammendolea, per i continui e preziosi consigli ed il costante e fondamentale supporto. Grazie, inoltre, a tutti i ragazzi e le ragazze con chi ho avuto ed ho il piacere di collaborare, dal “#GruppoFarsa” di Bovalino Superiore al “#GruppoSpontaneo” di Bovalino Marina, entrambi composti da amiche ed amici affiatati ed entusiasti che mi lasciano sempre qualcosa di positivo”

Ci piace chiudere l’articolo con quanto detto dal Presidente Nazionale della Federazione (che annovera l’iscrizione di oltre 1400 gruppi), Carmelo Pace“Tutto quanto fa teatro, e per questo motivo il nostro calendario è sempre pieno di: spettacoli, festival e rassegne, stage e seminari, ma anche mostre di costumi, fotografie, locandine, presentazione di libri o incontri e convegni. Un ruolo di primo piano, naturalmente, lo fanno sempre gli “Open Day” organizzati dai nostri Comitati provinciali e regionali, che rappresentano sempre l’occasione principale per “aprire le porte” delle nostre sedi e del nostro mondo sia agli appassionati, sia a chi ancora non conosce la grande e vivace realtà del teatro amatoriale”.  

calabriainforma.com

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.