Gio. Mar 4th, 2021

Situazione risolta. Grazie anche al nostro modestissimo contributo il caso del piccolo Giuseppe, affetto da una grave patologia che lo costringe a stare allettato, ha visto subire in questi giorni anche un’altra sofferenza, ovvero i forti miasmi nauseabondi provenienti dal pozzo nero di casa. L’abitazione della famiglia Speranza di contrada Scinà a Palmi, in località Tonnara, infatti, insieme a tante altre case della zona non ha gli allacci alla rete fognaria. Causa abusivismo. Dopo l’appello del padre, affinché il sindaco della cittadina intervenisse, con l’ausilio degli appositi uffici comunali, per svuotare la cavità ricolma maleodorante liquame, è arrivato l’autospurgo a risolvere il problema e alleviare, almeno per il momento, le soffereze di un bambino che non merita anche questo strazio, prigioniero involontario dentro casa sua, tornando così a vedere il sole e a stare all’aria aperta e godere momenti di serenità. Soluzione tampone, quindi, che non definisce il quadro di una realtà desolante in cui vivono queste persone, ma un piccolo passo, oggi, è stato compiuto. Il prosssimo sarebbe quello di sanare e portare diritti anche in contrada Scinà.

L’INTERVISTA ALL’INTERNO DEL TGNEWS

redazione@telemia.it

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.