GIOIA TAURO, NUOVA OPERAZIONE DI BONIFICA DAI RIFIUTI NELLA ZONA SUD DELLA CITTA’

388

A Gioia Tauro, comune sciolto per infiltrazione mafiosa e con dichiarato dissesto finanziario in atto, retto attualmente da una terna commissariale, ha una zona della città, periferia sud-est, che certi cittadini considerano oramai una discarica a cielo aperto. Si tratta della via Fosso Mastro dove con spregio del comune senso civico alcuni di loro si allenano quotidianamente al lancio del sacchetto di spazzatura, come fosse ormai una nuova disciplina olimpica. Questo perché, ma non vuole essere una giustificazione per nessuno, la raccolta dei rifiuti a Gioia Tauro è divenuta un lusso. La si fa occasionalmente senza una regolarità da parte dell’ente, che con i suoi mezzi, e quelli della protezione civile e altri ancora, è costretta a farla successivamente in modo straordinario perché in quell’area si è arrivati al limite della decenza e della salute pubblica. Il comune deve intervenire a bonificare un’area quella di Fosso Mastro, a ridosso del problematico quartiere Ciambra, dopo un continua e ripetuto accumulo di rifiuti divenuto smisurato e incontrollato. L’altro ieri, fanno sapere da Palazzo sant’Ippolito, sede del municipio, ne sono stati raccolti qualcosa come cinque tonnellate . L’ennesima operazione straordinaria per rendere l’area vivibile ed eliminare i nauseabondi miasmi che si alzano da questa incivile pattumiera della città. Un’anomalia che secondo alcuni si può risolvere solo con l’installazione delle telecamere di videosorveglianza.

IL SERVIZIO ALL’INTERNO DEL TGNEWS

redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.