Il GAL “Terre Locridee” studia nuovi percorsi enogastronomici

345

 

 

 

Si è svolta martedì presso i locali del GAL “Terre Locridee” di Locri una prima riunione per definire un percorso “Le vie dell’Olio della Locride”

Hanno partecipato molti attori culturali e imprenditoriali del territorio, oltre naturalmente a sindaci e membri del GAL. L’intento è quello di costruire un progetto, anticipato nel corso della manifestazione PromuoviLocride, e presentare la nostra offerta speciale alla scoperta dell’olio nella Locride.

Durante la riunione si è stabilito di seguire una metodologia di lavoro precisa che individua nelle usanze antiche la scelte degli itinerari del territorio, cioè partire dal mare per andare verso la montagna, andando quindi a individuare nel territorio sei diverse aree che corrispondono alle sei più importanti vallate della Locride. Allo stesso tempo sono state individuati una serie di macro itinerari tematici di questa area, allo scopo di rendere più appetibile l’offerta turistica del territorio. Gli itinerari da elaborare sono: quello dei prodotti tipici, quello dei percorsi naturalistici, quello dei beni archeologici, quello delle tradizioni e potrebbe essere inserita anche la proposta della “Riviera” dell’itinerario degli scrittori della Locride. Seguendo le finalità del PAL (Piano di Azione Locale) Gelsomini finanziato dalla Regione Calabria nel PSR Calabria 2014-2020. L’idea semplice ma allo stesso tempo ardita è quella di far diventare i percorsi dei pacchetti turistici. Da oggi inizia un percorso che dovrà portare dopo una fase di studio all’elaborazione di questi macro itinerari che poi a loro volta costituiranno dei micro itinerari come questo delle “vie dell’olio”

Il percorso “Le vie dell’Olio della Locride”, prevede di svelare tutti i segreti del lavoro artigianale realizzato per ottenere un prodotto di grande qualità, dalla raccolta alla frangitura ed all’ottenimento di un olio extravergine d’oliva, per far trascorrere un weekend, una settimana o un giorno a contatto con la natura, con la raccolta  negli uliveti, il passaggio al frantoio per assaporare quanto appena franto, il tutto alla scoperta delle eccellenze e del territorio

Il GAL “Terre Locridee” con questo progetto si assume una grande responsabilità come agenzia di sviluppo del territorio per ottenere importanti risultati, obiettivo che però non può raggiungere senza la sinergia e la collaborazione con i soggetti operanti nel territorio, dalla Regione Calabria alla Città Metropolitana di Reggio Calabria, dall’Associazione dei comuni della Locride al Parco Nazionale D’Aspromonte, dal Museo di Locri al Consorzio di Bonifica Alto Jonio Reggino.

 

Locri, 29 agosto 2018

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.