4 Dicembre 2020

Durante l’udienza generale, il Pontefice ha voluto ricordare le vittime della piena del torrente: «Esprimo la mia spirituale vicinanza ai loro familiari, come anche ai feriti»

«Nel salutare i pellegrini di lingua italiana, il mio pensiero va alla tragedia, avvenuta nei giorni scorsi in Calabria nei pressi del torrente Raganello, dove hanno perso la vita escursionisti provenienti da varie Regioni d’Italia». Così il Papa al termine dell’udienza generale nell’Aula Paolo VI. «Mentre affido alla bontà misericordiosa di Dio quanti sono drammaticamente scomparsi, esprimo la mia spirituale vicinanza ai loro familiari, come anche ai feriti», ha aggiunto Francesco.

 
Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.