PINO MAMMOLITI – LETTERA AD UN UOMO PERBENE

400

LETTERA AD UN UOMO PERBENE.
E’ certamente un galantuomo ed un politico di razza Giuseppe Grenci.
La sofferta decisione di dimettersi da sindaco di Ardore, per motivi di salute, ha provocato nella totalità della comunità ardorese altrettanta umana sofferenza; anche tra coloro che suoi concittadini non sono, ma che nel corso degli anni lo hanno conosciuto e apprezzato come uomo, medico e politico, io tra questi.
Grenci, in questi ultimi decenni è stato un politico che non esitava ad apparire “impolitico” in un panorama come quello locrideo, dove per molti anni ha dominato “il troppo della politica” e che ora, mestamente, sembra cedere il passo “al nulla della politica”. Egli ha sempre trattato e praticato i temi della libertà e della solidarietà, messi a dura prova da una politica sempre più servente e strisciante verso i potenti, manifestando attenzione verso tutti, nessuno escluso, e collocando ai vertici di ogni valutazione i più bisognosi.
Da cristiano, Grenci sa che non può rinunciare al dovere della speranza. Anzi all’ostinazione della speranza. Ai suoi amici politici di sempre indica la strada da seguire dopo le sue dimissioni. Non certo quella di evitare percorsi lunghi, sacrificanti e a volte solitari, ma quella di evitare scorciatoie e furbizie politiche ed istituzionali.
Ricordando che l’impegno politico dev’essere per tutti una “magnifica avventura” che non può essere disertata. Ha interpretato al meglio i principi della dottrina sociale della Chiesa (l’autonomia, la sussidiarietà) che, nella società dei due terzi, riescono a coniugare in modo nuovo ed originale libertà e solidarietà.
Spero profondamente di rivedere Giuseppe Grenci in una condizione di assoluta ripresa fisica; mentre al suo successore vorrei ricordare che lo stile del Sindaco Grenci ha introdotto un nuovo modo di declinare la solidarietà: garantire sempre la disponibilità a dare e sempre più la disponibilità ad essere, essere in qualche modo preparati a rinunciare, se occorre, nell’interesse delle Istituzioni e della comunità.
Con la stima di sempre
Pino Mammoliti

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.