ROSARNO, PER LA SECONDA VOLTA DESERTA LA GARA D’APPALTO PER LA DIFFERENZIATA. IDA’ PARLA DI “SOSPETTO”

462

Per la seconda volta la gara d’appalto riguardante il nuovo servizio della raccolta differenziata e conferimento dei rifiuti solidi e urbani, bandita dalla Suap di Reggio Calabria per conto del comune di Rosarno è andata deserta. Tanto da portare il sindaco Giuseppe Idà a lanciare l’allarme e parlare dichiaratamente di “sospetto” visto anche l’importo  complessivo della gara: 6,5 milioni di euro per un appalto quinquennale. Importo aumentato rispetto alla prima volta. Una circostanza che non ha convinto il primo cittadino, quindi, che questa volta ha preso carta e penna scrivendo al ministro dell’Ambiente, al prefetto e al questore di Reggio Calabria e chiedendo esplicitamente di non essere lasciato solo. A distanza di 8 mesi dal primo tentativo andato a vuoto, la Suap è stata costretta a dare la brutta notizia agli amministratori rosarnesi malgrado il notevole importo della gara. Una notizia che ha suscitato profonda delusione negli amministratori, che a questo punto vedono compromesso il piano di riorganizzazione della raccolta dei rifiuti che era mirato, nelle intenzioni, al ritorno del servizio “porta a porta”.

IL SERVIZIO ALL’INTERNO DEL TGNEWS

redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.