Dom. Mag 9th, 2021

La disputa di Roberto e Ruggero D’Altavilla per le terre di Gerace, al
centro della Seconda Edizione de “Il Tocco” – rievocazione storica dei
fratelli normanni. Un emozionante viaggio indietro nel tempo, a cura
della Pro Loco geracese, alla riscoperta degli eventi che hanno cambiato
il corso della storia della millenaria Città. Sabato 18 agosto, alle 18,
appuntamento in Piazza del Tocco.
A.D. 1060: i fratelli normanni Roberto e Ruggero D’Altavilla
conquistano la Calabria. Tra i due fratelli sorgono accese discordie per la
spartizione dei territori. Le fonti storiche (Fra Simone da Lentini,
Malaterra) narrano che tra le terre più contese figurava la fiorente Gerace
che, in un primo momento è sottomessa al Duca Roberto, detto il
Guiscardo. Un gruppo di maggiorenti geracesi si schiera, invece, col
fratello Ruggero il Normanno. Il Guiscardo, avendo avuto sentore del
tradimento, entra nella città sotto mentite spoglie e si nasconde in casa
del notabile Basilio, ma nonostante il travestimento, viene riconosciuto e
fatto prigioniero. Nel frattempo, il Normanno, messo al corrente della
cattura del fratello, giunge tempestivamente a Gerace per decidere le
sorti del Guiscardo e di tutta la città.
Un avvincente racconto che viene messo in scena dalla Pro Loco di
Gerace, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, sabato 18
agosto, a partire dalle ore 18. Giunta alla seconda Edizione, “Il Tocco”,
la rievocazione storica dei fratelli normanni, riporterà gli spettatori
nell’atmosfera leggendaria della Gerace medievale, tra piazze, vicoli e
sottopassi; lo scenario naturale che, oggi come mille anni addietro,
mantiene intatta tutta la sua bellezza. In piazza del Tocco avrà inizio la
narrazione storica, arricchita da un sottofondo di musica dell’epoca;
dalla chiesa di San Martino al Borghetto si snoderà il corteo del
Normanno composto da soldati e notabili e mentre questi procede al
grido di “Curriti! Curriti! Arriva lu Normannu!”, da piazza Tribuna,
davanti alla Cattedrale, partirà il corteo del Guiscardo che verrà condotto
in catene, accompagnato da nobili e popolani. I due fratelli si
incontreranno in Piazza del Tocco, Ruggero pretende che gli venga
consegnato il fratello, tra i due e tra le autorità cittadine nasce un’accesa
discussione, la cui conclusione cambierà il corso della storia della
millenaria città. Seguiranno spettacoli di giocolieri e sbandieratori che,
insieme col corteo, in abiti rigorosamente d’epoca, sfileranno lungo la
via Zaleuco fino a giungere al piazzale del Baglio, antistante il Castello,
dove terminerà lo spettacolo.
“La manifestazione, organizzata in collaborazione con il Comune di
Gerace, è giunta alla sua seconda edizione grazie anche all’impegno e
alla partecipazione dei soci della Pro Loco e di tanti altri cittadini che
avremo modo di citare e ringraziare a margine della manifestazione”,
commenta la presidente del sodalizio, Tina Macrì. “L’evento vuole anche
essere una rilettura di una delle più nobili pagine della storia della Città
dello Sparviero, il cui motto “Solum Deo subjecti”, sottolinea la fierezza
e la forza delle nostre radici”.
Un appuntamento con la storia da non perdere, dunque, sabato 18 agosto,
per rivivere una gloriosa pagina di storia locale e nazionale.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.