Siderno (Rc): grande successo per la XV edizione del Premio “Giomo Trichilo”. Vince Sergio Salomone con “A Pari’ “

453

Nella gremitissima piazza Vittorio Veneto di Siderno si è svolta la cerimonia di premiazione del «Giomo Trichilo», il prestigioso premio di poesia dialettale, giunto quest’anno alla sua quindicesima edizione e organizzato dall’associazione culturale «L’Eco di Siderno», presieduta da Antonio Tassone. Anche quest’anno sono arrivate moltissime adesioni di poeti dialettali che hanno partecipato al bando a testimonianza del fatto che il dialetto è ancora vivo e riesce a interessare alcuni ottimi autori che si esprimono con grande padronanza, evidenziando anche eccellenti conoscenze culturali. Al primo posto si è piazzata la poesia “A Pari’”  di Sergio Salomone da Marina di Gioiosa Jonica, una splendida poesia in rima che ripropone in termini satirici l’ormai consolidato dualismo tra Francia e Italia visto però con gli occhi di un gioiosano emigrato che alla capitale francese ed ai suo abitanti preferisce tornarsene nel suo paese d’origine. Secondo posto per  “Ad Aylan” di Rocco Criseo da Bova Marina. Terzo posto per ‘Nci voli nu miraculu” di Mimmo Massara di Siderno.
Il premio alla carriera è stato consegnato dagli organizzatori al Tenente dei Carabinieri Cosimo Sframeli con la seguente motivazione:  “Per l’obiettiva informazione e la puntuale comunicazione concretizzate a favore del settore della legalità nel corso della sua lunga, quanto professionale attività”. Alla cerimonia finale, brillantemente presentata dal conduttore Ugo Mollica, erano presenti l’assessore regionale al bilancio, Mariateresa Fragomeni che si complimentata l’Associazione culturale l’Eco di Siderno, che è riuscita negli anni a rendere questa manifestazione un fiore all’occhiello per Siderno e la Calabria tutta, storicizzando un evento così importante. Perché – ha continuato la Fragomeni- le radici dialettali vivono ancora oggi e si esprimono anche attraverso eventi come questo che mirano a valorizzare e promuovere la conoscenza e la comprensione del dialetto nella poesia.  Ed è per questo che la Regione Calabria si è attivata, negli ultimi anni, a tutela della cultura e dei luoghi della cultura. Dal 2015 ad oggi, la Regione Calabria ha più che raddoppiato la dotazione finanziaria destinata alle attività culturali, passando da 5 a 11 milioni di euro circa. Più in particolare, dal 2017 è possibile accedere al “Bando eventi multiazione” che consente di finanziare, non soltanto, come un tempo, eventi storicizzati, ma anche quelli innovativi, le mostre nei musei, le attività di bande e orchestre musicali, i convegni e le pubblicazioni su eventi o personaggi storici sulla Calabria. Dunque, per la prima volta, destinatari dei finanziamenti non sono soltanto quegli eventi giunti all’ormai terza edizione ma anche per tutte quelle attività culturali che si differenzino dagli storicizzati, colmando una lacuna che caratterizzava i bandi precedenti che avevano soltanto obiettivi unici. La Regione Calabria, quindi, promuove la differenziazione culturale, consentendo altresì agli organizzatori degli eventi di accedere a tali finanziamenti e, conseguentemente, di programmare anche per gli anni successivi. Basti pensare che- ha concluso l’assessore regionale Fragomeni- al momento sono stati finanziati 13 grandi eventi nella Regione con un corrispettivo di circa 200.000 euro ogni anno per ciascun grande evento. Insomma, anche la Regione non rimane impassibile dinanzi all’immenso patrimonio storico- dialettale che fa della Calabria la culla della cultura. Presenti anche l’assessore alla cultura Ercole  Macrì, il presidente del Consiglio Comunale Paolo Fragomeni, il Presidente della Pro loco Agostino Santacroce, il consigliere comunale Giuseppe Figliomeni e il presidente del Kiwanis Club della Locride Giorgio Ruso che ha voluto ricordare il compianto poeta dialettale sidernese Cosimo Armando Figliomeni. Particolare spazio è stato infine concesso all’autore locale Luigi Roccisano che ha voluto recitare alcune sue poesie inserite nell’opuscolo “Scupa Nova Scrusci”. Infine spazio alla rappresentazione teatrale “ Il borghese gentiluomo ” di Moliere portata in scena dalla “Compagnia teatrale deliese” che ha entusiasmato i presenti e che di fatto ha chiuso un’altra bellissima edizione del Premio Trichilo.
Il legale rappresentante 
Avv.Antonio Tassone

Siderno 5 agosto 2018

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.