SIDERNO (RC): IL “RITORNO” DELLA REGINA PACIS DI CORREALE

286

GRANDE FESTA NELLA CHIESA DI S.MARIA DELL’ ARCO PER IL “RITORNO” DELLA REGINA PACIS DI CORREALE

Festa grande presso la Chiesa di DS. Maria dell’Arco, per il “ritorno” della statua lignea “Regina Pacis”, importantissima opera del Maestro e Scultore Giuseppe Correale dopo il suo restauro durato oltre un anno effettuata da Giuseppe Mantella, noto restauratore del settore. L’opera di restauro -è stato precisato – è stata resa possibile grazie al contributo e alla generosità della famiglia Antico che ha sostenuto fattivamente l’idea progettuale portata avanti dal Comitato Kaos (Kultura Arte Opera Sviluppo). Giusto precisare che trattandosi di un bene del patrimonio culturale-ecclesiastico, i lavori hanno seguito un iter ben specifico con il nulla osta da parte della Sovrintendenza regionale. L’inaugurazione della statua lignea è stata preceduta da una introduzione dall’avv. Francesca Maria Romeo componente del comitato che ha delineato le motivazioni che hanno spinto alcuni professionisti del territorio e non solo, a farsi promotori di questa significativa iniziativa, nella direzione di un nuovo mecenatismo culturale che, mentre in altre città d’Italia è vigoroso, nelle regioni del Sud stenta a decollare e richiede un notevole sforzo di sensibilizzazione delle coscienze. Poi è intervenuto lo storico dell’arte Gianfrancesco Solferino che si soffermato molto sulla figura del maestro Correale dando anche un quadro storico (quello della seconda guerra mondiale) all’interno del quale certamente è nata l’ispirazione da parte dello scultore, che realizzò l’opera quando non era ancora neppure maggiorenne ( era il 1943 e aveva circa 17 anni ) . Quindi l’Arch. Lucia Saccà, Presidente del comitato promotore, che ha realizzato il progetto della nuova teca per la conservazione e valorizzazione della scultura lignea e si è soffermata su tutto il lungo iter burocratico nonché i dettagli nascosti della teca. Apprezzato anche l’intervento di Don Pietro Romeo (Vicario Generale della Diocesi di Locri-Gerace) che ha sottolineato l’importanza del binomio arte-fede e come l’espressione creativa degli artisti aiuta verso nel cammino di conversione e di avvicinamento a Dio. Alla cerimonia inaugurale erano presenti anche i familiari del Maestro Scultore. E’ intervenuta la figlia arch. Valeria Correale a nome di tutta la famiglia, che con commozione, ha voluto ringraziare per quanto fatto sia dal comitato che dalla famiglia del dott. Agostino Antico che ha finanziato interamente i lavori di restauro e di realizzazione della teca per la conservazione dell’opera lignea. Sono intervenuti, a solennizzare il restauro, anche il sindaco Pietro Fuda e l’assessore Regionale Mariateresa Fragomeni. Finalmente, dopo molti anni – questo e’ il secondo restauro; il primo era stato effettuato nel 1989 dallo stesso Giuseppe Correale su iniziativa e stimolo del Sidus Club presieduto da Albarosa Dolfin- la “Regina Pacis” è stata riportata alla sua originaria bellezza e, soprattutto, verrà custodita in una teca adeguata alla conservazione con la possibilità di ammirarla a 360° in tutta la sua maestosità. La cerimonia è stata seguita da un notevole pubblico, con cittadini che non sono neppure riusciti a trovare posto in chiesa.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.