Stadio di Crotone, è scontro tra sindaco e Mibac

458

Pugliese definisce «singolare e preoccupante» l’atteggiamento del ministero dei Beni culturali «Come ci si può esprimere senza prima leggere le carte?»

È «singolare e preoccupante», secondo il sindaco di Crotone Ugo Pugliese, l’atteggiamento del ministero dei Beni culturali sulla querelle dello stadio Ezio Scida. Secondo il primo cittadino il Ministero «non risponde ad una richiesta di incontro» e poi si affretta «a comunicare di non aver ricevuto dal Comune alcuna “richiesta formale per la sistemazione degli spogliatoi e dei servizi nella vecchia struttura dello stadio”». Insomma da Roma «anticipando la reale trasmissione del progetto sostengono di non averlo ricevuto». Pugliese spiega di aver affermato, nel corso di una recente conferenza stampa, «di aver richiesto al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e per conoscenza al Segretariato Regionale Mibac “un incontro finalizzato alla consegna del progetto e del cronoprogramma unitamente alla richiesta provvisoria delle citate pertinenze (spogliatoi e servizi) per i tempi di realizzazione dell’opera”». E dunque «rispondere prima di ricevere è cosa ardua per tutti, anche per i dirigenti del Ministero». Ma quello di cui il sindaco dice di essere preoccupato è la risposta “preventiva”: «Come ci si può esprimere senza prima leggere le carte? Lo Stadio non è di Ugo Pugliese così come la squadra di calcio. Entrambi sono patrimonio della città come ha anche dimostrato la manifestazione di ieri alla quale ho partecipato. È necessario, come ho più volte ribadito, che su questo tema, come su altri importanti come aeroporto, bonifica etc, ci sia ampia condivisione da parte di tutte le forze politiche ed istituzionali. Auspico che la disponibilità annunciata si possa concretizzare nel momento in cui le carte saranno realmente sui tavoli ministeriali». Pugliese infine precisa che «il procedimento avverso al quale si procederà con il ricorso è una cosa, il progetto per la sistemazione dei vecchi spogliatoi è altra. Mi dispiace – è la conclusione – che si faccia confusione al riguardo e sono pronto a recarmi al Ministero non appena mi verrà concessa audizione».

 
Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.