3 Dicembre 2020

In relazione alla notizia apparsa in questi giorni sulla stampa locale e nazionale, circa il mio intervento atto a sedare un litigio che poteva degenerare in una situazione ben più pericolosa, vorrei fare alcune precisazioni.

Innanzitutto, sebbene la notizia abbia riscosso un gran clamore mediatico, io non sono affatto contento dell’accaduto in quanto avrei certamente preferito poter riportare la calma solo verbalmente, come all’inizio avevo provato a fare. Vedendomi però aggredito, anche in maniera violenta e pericolosa per me e per gli altri, non ho potuto fare a meno di difendermi e bloccare l’aggressore fino all’arrivo delle Forze dell’Ordine.

In situazioni del genere penso che, chiunque abbia senso civico, sia chiamato ad intervenire e non voltarsi dall’altra parte, come sempre più spesso accade.

La sera stessa ho appreso che il soggetto in questione si era già reso protagonista di una serie di aggressioni, anche nei confronti di una donna. In qualità di Sindaco e di padre di una bambina di 7 anni non posso tollerare che in Città possano circolare liberamente individui pericolosi per la collettività, a prescindere dal colore della pelle e dalla nazionalità.

Il ricorso alla violenza non deve essere la soluzione, sarebbe auspicabile un sistema normativo che possa consegnare gli strumenti alle Forze dell’Ordine ed alla Magistratura per rendere inoffensive persone potenzialmente pericolose.

In conclusione, ringrazio tutti coloro i quali mi hanno espresso la propria solidarietà, constatando che dinnanzi ad atti di rilevanza sociale non esistono schieramenti politici.

 

ro visto di buon occhio perché perdevano parte del loro lavoro, le persone alle quali il mezzo è stato sottratto non avrebbero visto di “buon occhio ” il sottoscritto, i nostri operai avrebbero dovuto “imparare” a fare nuove lavorazioni…..e così via.
Bene io invece dico che in questi due giorni abbiamo dato un importante messaggio di legalità, abbiamo fatto risparmiare parecchi soldi alle casse comunali, stiamo offrendo ai nostri operai la possibilità di sviluppare maggiori competenze (devo dire che gli stessi hanno accolto favorevolmente la nuova attività).
Il mezzo inoltre sarà utilizzato anche per i possibili interventi collegati alla protezione civile.

                                                                F.to  IL SINDACO

(dr. Ernesto Francesco ALECCI)

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.