2 Dicembre 2020

 

Dopo l’intronizzazione di venerdì della Madonna Maria “Mamma Nostra”, domani le celebrazioni in suo onore con la tradizionale processione nel centro storico.

Festa che per il credo popolare risale al 1710 mentre, per i documenti storici al 1738 quando, la tela raffigurante l’effige di “Mamma Nostra” giunse per la prima volta a Bivongi portata dal padre francescano di Napoli, Antonio Cretari. Sicuramente la prima data è dovuta alla presenza in paese di un’altra Madonna battezzata Santa Maria del Popolo e alla cappella all’interno della chiesa matrice dedicata alla stessa. Nel catasto onciario di Bivongi, infatti, non è elencata la cappella di “Mamma Nostra” tra quelle esistenti.

Quest’anno, per la fede popolare, sono 308 anni ininterrotti che Bivongi celebra “Mamma Nostra”, la Madonna definita dei miracoli per aver fatto, al suo arrivo in paese, camminare una donna paralizzata alle gambe e restituito il dono della parola ad un giovane muto della vicina Monasterace.

Neanche nei conflitti mondiali i bivongesi hanno interrotto le celebrazioni e anzi, nel corso del catastrofico terremoto del 5 febbraio 1783, che provocò danni al paese per 40 mila ducati ma senza vittime, portarono la Madonna in processione tra le macerie del centro storico. Si istituì, così, la festa che molti definiscono della Madonna del terremoto perché per sua intercessione a Bivongi non si contarono morti.

Domani mattina la messa e la prima parte della statua di “Mamma Nostra” in processione nella zona bassa del paese. Alle 17.30, la messa in Piazza del Popolo e quindi, la seconda parte della processione che si snoderà nel centro storico e si concluderà con il buio della sera rischiarato dalla luce delle candele. Il programma civile prevede, nella tarda serata, il concerto del cantante Paolo Vallesi.

Come a Bivongi, anche a La Plata, a Sydney e a Perth ci saranno le stesse celebrazioni. A La Plata, come si legge nel manifesto affisso in città dal Centro cultural bivongesi, si celebrerà il “71° aniversario del la festividad de Maria Santisima Mamma Nostra”.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.