5 Dicembre 2020

Siderno – San Luca, gara d’andata del secondo turno di Coppa Italia, si è giocata questo pomeriggio a “porte chiuse” per la decisione dei commissari prefettizi di dichiarare inagibile lo stadio Comunale intitolato a “Filippo Raciti”.Una comunicazione che per la verità era già nell’aria dopo il sopralluogo effettuato nei giorni scorsi ma che è giunta solamente a poche ore dall’inizio della gara odierna che ha creato non poche difficoltà alla società calcistica locale che sperava almeno di poter giocare questa partita per poi organizzarsi in vista degli impegni futuri. Ma così non è stato. E così, a quanto è dato sapere, una delle strutture sportive più importanti della regione Calabria, con tanto di pista di atletica olimpionica in tartan, rimarrà chiusa agli spettatori almeno fino a quando non verranno effettuati tutti i lavori necessari per il collaudo delle tribune e di messa in sicurezza dell’intera struttura che in passato, lo ricordiamo, ha anche ospitato gare di serie B e gare di calcio internazionale con la presenza nella città jonica della Nazionale Italiana e che solo recentemente, nonostante le nostre numerose segnalazioni, era divenuta una sorta di deposito comunale a cielo aperto. Servivano e servono lavori urgenti ed indifferibili, rimandati da tempo, ma che necessitano però tempestivamente di progetti, appalti ad evidenza pubblica e relativa esecuzione delle opere. Pertanto i tempi tecnici affinchè il Siderno possa ritornare ad esibirsi davanti al proprio pubblico e nel proprio stadio si prevedono abbastanza lunghi a meno che non si giochi a porte chiuse. Appare ovvio che la società calcistica del Siderno, con 107 anni di storia calcistica sul groppone, non potrà che risentire pesantemente degli sviluppi di questa decisione e non è nemmeno esclusa la possibilità che si opti per il ritiro della squadra dal campionato. Alla fine però siamo sicuri che questa decisione verrà accantonata in quanto ci sarà da onorare la presenza nel campionato di Eccellenza (la serie A del calcio calabrese) e proprio per questo motivo che i dirigenti si sono subito messi all’opera nel tentativo di trovare immediatamente una soluzione all’improvviso problema chiedendo ospitalità ad un comune vicino quantomeno per la partita di domenica prossima che, lo ricordiamo, vedrà i bianco-azzurri di mister Mesiti ospitare la supercorazzata Corigliano. Rimasti fuori dai cancelli, i tanti tifosi del Siderno si sono dichiarati amareggiati anche se qualcuno ha seguito la squadra dai balconi di qualche abitazione vicina allo stadio cosi come si sono dichiarati increduli anche i numerosi sostenitori giunti da San Luca che sono stati costretti a fare marcia indietro senza poter assistere alla partita di calcio.

Antonio Tassone – ecodellalocride.it

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.