Il parlamentare locrese D’Ettore (Fi) presenta un emendamento al decreto Milleproroghe

338

“Sopprimere le disposizioni introdotte durante l’esame al Senato che definanziano gli interventi sulle periferie già formalizzati, attraverso il differimento all’anno 2020 dell’efficacia delle convenzioni già concluse”.

Questo l’obiettivo dell’emendamento al Milleproroghe presentato da Forza Italia e dal deputato Maurizio D’Ettore in Commissione Bilancio alla Camera dei deputati. “Tali disposizioni, infatti – prosegue il testo – , comportano effetti positivi sul fabbisogno e sull’indebitamento netto quantificati in 140 milioni di euro per l’anno 2018, 320 milioni di euro per l’anno 2019, 350 milioni di euro per l’anno 2020 e 220 milioni di euro per l’anno 2021, potendo così destinare le risorse rinvenienti ad un apposito Fondo istituito nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze, da utilizzare per favorire gli investimenti delle città metropolitane, delle province e dei comuni da realizzare attraverso l’utilizzo dei risultati di amministrazione degli esercizi precedenti”.

“Come annunciato nelle scorse settimane – evidenziano i firmatari dell’emendamento – Forza Italia vuole restituire agli enti locali ciò che spetta loro e che il governo sta tentando di sottrarre. Fare cassa espropriando i Comuni, le Province e le Città metropolitane di fondi destinati agli interventi nelle aree periferiche, cioè quelle che richiedono maggiori investimenti, è per noi assolutamente inaccettabile. Governo e maggioranza si ravvedano, votando e approvando il nostro emendamento”.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.