Ven. Ago 19th, 2022

 L’assessore regionale Maria Teresa Fragomeni ha dato notizia di aver incontrato i responsabili della Commssione Prefettizia soffermandosi con loro su alcune delle priorità che interessano Siderno. In particolare l’assessore regionale sidernese con Maria Stefania Caracciolo, Matilde Muià e Agostino Polito si è soffermata sulle problematiche ambientali. A questo proposito Maria Tetresa Fragomeni ha precisato di aver convocato, presso gli uffici della Regione, due tavoli tecnici insieme all’Assessore Antonella Rizzo per quanto riguarda l’ambiente, e con l’Assessore ai trasporti Roberto Musmanno per discutere di lungomare e passaggi a livello. “Nonostante la nostra comunità vive un particolare momento Politico – ha affermato Maria Teresa Fragomeni – cercheremo di garantire comunque tutto il necessario sostegno Politico ed Amministrativo regionale affinchè non venga meno il supporto verso i cittadini, i loro servizi e le infrastrutture necessarie”. Le problematiche su cui si è poggiato l’interesse dell’assessore regionale sono effettivamente di primaria importanza per la città di Siderno. L’ambiente ha i suoi punti fondamentali nell’annosa questione della ex Bp di cui ancor si attende la necessaria bonifica malgrado le assicurazioni piu’ volte date dallo stesso presidente Mario Oliverio sulla base delle moltep0lici proteste sollevate dai comitati ambientali di Siderno. Poi c’è sempre il problema della normalizzazione dell’ Impianto di smaltimento dei rifiuti che si sta avviando faticosamente a soluzione che deve essere sempre tenuto sotto controllo. nell’altro settore se è vero che ormai i lavori di ricostruzione del lungomare stanno per arrivare alla fase finale è anche vero che rimane ancora in piedi la necessità della salvaguardia della costa per evitare, in futuro, che il lungomare venga nuovamente danneggiato da non improbabili nuove mareggiate. Un problema questo che non riguarda solo il Comune di Siderno, ma la costa ionica piu’ in generale e che, comunque, è stato già oggetto di opportuni studi che dovrebbero portare alla realizzazione dell’opera di salvaguardia. Indiscutibile, poi, la necessità di affrontare il problema dei passaggi a livello. In città ci sono tre che, soprattutto nel periodo estivo, creano parecchi problemi.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI