MARINA DI GIOIOSA: QUELLE STRISCE BLU A CHI GIOVANO

520

La risposta sembra scontata ma non è così. Le strisce blu sul corso principale di Marina di Gioiosa alla fine hanno scontentato tutti. Non esiste un motivo logico per danneggiare in maniera così palese i commercianti e vessare gli ignari passanti. Non esiste neanche una vera ragione per le casse comunali, tant’è che le strisce blu rimangono per gran parte del giorno inosservate, perché difficili da controllare dall’esiguo numero di agenti di Polizia Municipale. Per di più i tagliandi sono difficili da reperire visto il rifiuto da parte dei commercianti di venderli. Allora perché intestardirsi nel continuare a mantenere un provvedimento contro la volontà della stragrande maggioranza della popolazione? Avrebbe invece avuto una logica consentire una sosta a tempo iniziale per almeno 30 minuti e poi la tariffa a pagamento, in modo da consentire uno shopping veloce. In questa vicenda si evincono chiaramente tutti i limiti di una gestione commissariale che continua purtroppo a non dare alcuna risposta alle esigenze della popolazione con provvedimenti pervasi spesso solo nella forma di legalità diffusa. 

Giuseppe Mazzaferro | redazione@telemia.it 

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.