Nuovi materiali per le due coppie intercity Reggio Calabria-Taranto

579

In data 10 settembre 2018, in concomitanza con la riapertura della linea ferroviaria Reggio Calabria-Taranto, dopo i lavori estivi sulla tratta Metaponto – Rossano, Trenitalia Long Haul inizierà l’upgrade delle vetture finora utilizzate sulla Jonica per l’effettuazione delle due coppie intercity 558-559/562-563 e 564-565/566-567 che quotidianamente collegano Reggio Calabria C.le con Taranto e che sono in connessione con i treni diurni da e per Napoli Centrale e Roma Termini e notturni da e per Bologna Centrale e Milano Centrale. La prima coppia IC 559/562 fu istituita il 9 giugno 2013 per garantire la connessione tra la costa jonica e il Nord – Italia, mentre la seconda coppia IC 564/567 fu istituita il 12 febbraio del 2017 per assicurare la connessione tra la costa jonica e la Capitale. Gli ultimi treni a lunga percorrenza sulla Linea Jonica furono soppressi a dicembre 2011; mentre il 1 gennaio del 2013 l’Agenzia nazionale per la sicurezza ferroviaria (ANSF) rese obbligatorio l’uso di locomotori e carrozze muniti di dispositivo di sicurezza per la lateralizzazione delle porte delle vetture. Quando il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, per il giugno del 2013, diede ordine a Trenitalia di effettuare la prima coppia intercity Reggio Calabria – Taranto, l’azienda la dovette effettuare con locomotori e carrozze regionali in quanto non disponeva di locomotori diesel lateralizzati con il 18 poli, in quanto gli ultimi treni a lunga percorrenza sulla nostra ferrovia vennero soppressi quasi due anni prima ed era inutile lateralizzare locomotori che poi non sarebbero stati utilizzati. Trenitalia utilizzo’ materiale regionale anche per l’effettuazione della seconda coppia intercity, mentre nel frattempo ridusse del 30% il prezzo dei biglietti per quelle due coppie ed inoltre, grazie al finanziamento della Regione Calabria poterono accedere a bordo di essi tutti i possessori di abbonamento regionale. Inotre l’azienda dispose che, in caso di ritardo di uno dei treni posti in oggetto, il treno coincidente dovesse attendere a Taranto quello in ritardo, per evitare che i viaggiatori perdessero la coincidenza. Infine  predispose che a Taranto le coincidenze tra la Jonica, Roma e Milano avvenissero sullo stesso marciapiede per evitare ulteriori disagi ai passeggeri. Dal 2013 ad oggi, nessuno si è  mai potuto lamentare del fatto che a causa di ritardo sia rimasto a piedi a Taranto. Il punto di svolta per il rinnovo e l’adeguamento del materiale delle due coppie intercity si ebbe però a partire dal 15 settembre 2017, ossia, da quando l’ing. Orazio Iacono, direttore del Trasporto Regionale nazionale, fu nominato Amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia S.p.a. In seguito alle nostre segnalazioni si attivo’ per cercare una soluzione al problema dei collegamenti a lunga percorrenza della nostra ferrovia. Il 20 dicembre del 2017 la segreteria dell’amministratore delegato mi mise in contatto diretto con l’ing. Giampiero Strisciuglio, direttore della Direzione Long Haul (divisione per la lunga percorrenza) di Trenitalia e con la dott.ssa Sabrina De Filippis, direttrice del servizio intercity nazionale, i quali mi rassicurarono che l’attenzione della società nei confronti dei collegamenti a lunga percorrenza sulla Jonica era per Trenitalia un argomento importante, di urgente risoluzione e che l’attenzione al problema era alto. Nella tarda primavera di quest’anno, Trenitalia prese la decisione finale di procedere all’adeguamento ed al rinnovo di otto locomotori diesel D 445, lateralizzandoli con il 18 poli per il controllo delle porte delle carrozze e dotandoli di dispositivo antincendio. L’installazione dell’antincendio vuol dire che tali locomotori potranno circolare anche dopo il 2021, anno il cui l’ANSF ha stabilito che potranno circolare sulla rete nazionale solo rotabili dotati di tale dispositivo di sicurezza. Il cronoprogramma prevede che dal 10 settembre 2018, alla conclusione dei lavori estivi sulla Jonica, la coppia IC 559/562 verrà effettuata con carrozze a salone veramente intercity, dotate di aria condizionata, luci a led e prese elettriche per telefonini e pc. Intorno al 1 ottobre 2018, anche la coppia IC 564/567 verrà effettuata con analogo materiale. Ricordo che la coppia IC 559/562 garantisce a Taranto la connessione da e per Milano, mentre la coppia IC 564/567 garantisce la connessione da e per Roma. Con la presente voglio ringraziare l’on. Danilo Toninelli, ministro delle infrastrutture e dei trasporti, per l’attenzione usataci; l’on. Federica Dieni, che tanto si è battuta non solo per il rinnovo e l’adeguamento delle carrozze degli intercity jonici, ma tuttora si sta battendo anche per il ripristino dei treni a lunga percorrenza diretti da e per Roma e Milano; il dott. Enrico Maria Pujia, direttore della Direzione per il Trasporto ferroviario presso il MIT; l’ing. Orazio Iacono, amministratore delegato e direttore generale di Trenitalia, l’ing. Giampiero Strisciuglio e la dott.ssa Sabrina De Filippis che con molta umanità, garbo e comprensione sono stati disposti ad ascoltarci e a risolvere la questione in pochi mesi. Analoghi ringraziamenti vanno alla dott.ssa Maria Annunziata Giaconia, direttrice di Trenitalia Trasporto Regionale (ricordiamo che gli otto locomotori diesel in corso di adeguamento per la lunga percorrenza erano assegnati alla Direzione Regionale) e all’ing. Domenico Scida, direttore di Trenitalia Regionale in Calabria, che con molta professionalita’ ha assicurato i contatti tra noi e la sede centrale a Roma di Ferrovie dello Stato Italiane S.p.a. ed ha contribuito alla risoluzione del problema, sebbene sia direttore qui in Calabria da meno di un anno.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.