Dom. Apr 21st, 2024

Sono attualmente in corso le fasi conclusive del percorso che porterà il comune di Palmi a disporre del Parco Archeologico dei Tauriani. Il progetto, che sarà ufficializzato con la firma di una convenzione con la Città Metropolitana di Reggio Calabria. Si tratta di un importante passaggio, politico e culturale, che riconduce il territorio, delle radici della città di Palmi, sotto la programmazione del Comune.

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Nell’ambito dei luoghi che la letteratura scientifica calabrese annovera tra quelli d’interesse culturale, storico e archeologico, il pianoro di Taureana di Palmi è senza dubbio molto significativo anche, e soprattutto, per le specificità dei rinvenimenti attestati e per l’uso pressoché ininterrotto documentato dall’età protostorica a quella moderna e contemporanea. Importantissima in questo senso è la presenza, del complesso archeologico architettonico di San Fantino, con testimonianze riconducibili ad un arco di tempo compreso tra i primissimi secoli dell’impero romano e l’età secentesca. Allo stato delle ricerche infatti, S. Fantino e la Cripta paleocristiana suo sepolcro, sono testimonianza del primo insediamento cristiano della Calabria.

Nel corso dell’Agosto appena trascorso, sull’ impulso dell’Assessore alla Cultura, Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali e Diritto allo Studio Wladimiro Maisano, dell’Assessore all’Ambiente, al Paesaggio, alla Programmazione e LL.PP. Consuelo Nava e dell’Assessore al Turismo e al Marketing Territoriale Raffaele Perelli, il Comune di Palmi, sulla delibera di Giunta Regionale n. 217 del 05/06/2018, rientrante nel “Patto per lo sviluppo della Calabria”, approvato con DGR n.160 del 13/05/2016, ha presentato il progetto: “TAURIANA – paesaggi culturali, storici e archeologici sulla Costa Viola”, finalizzato alla realizzazione di tre interventi destinati alla valorizzazione del parco e della cripta con azioni di conservazione e tutela, con opere previste per un ammontare di circa 265mila euro.

Tali interventi renderanno i beni più accessibili e fruibili da tutte le utenze e, inoltre, avvieranno un progetto di comunicazione integrata che utilizza tecnologie innovative per un ammontare di circa 135mila euro, con la possibilità di attivare programmi che coinvolgano nella gestione enti, associazioni, e gli stessi fruitore del bene.

«Le azioni di intervento, materiali ed immateriali, previste per la valorizzazione del parco e della cripta, rientrano nella visione strategica che l’amministrazione Ranuccio ha posto come punto cardine del suo programma sin dall’inizio del suo mandato – spigano congiuntamente gli assessori Maisano, Nava e Perelli – In quest’ottica, grande rilevanza ricopre la volontà dell’Amministrazione Comunale di investire sulle opere pubbliche come attivatrici di azioni di sviluppo sostenibile per il territorio, recupero dei beni artistici e culturali in disuso e valorizzazione di nuove filiere economiche, basate su una migliore ricettività turistica ed una più competente gestione dei beni nella disponibilità dell’Ente.

Un approccio strategico che sviluppa un effetto moltiplicatore, perché l’opera pubblica riattivi un patrimonio spento e non sfruttato, che ha bisogno di essere, oltre che curato, comunicato e diffuso con azioni di marketing al passo con i tempi».

IL SERVIZIO ALL’INTERNO DEL TGNEWS

redazione@telemia.it

Print Friendly, PDF & Email