4 Dicembre 2020

Il Pd della Locride intende ripartire dalla Festa dell’ Unità per tornare a discutere con la gente. Questo è infatti l’obiettivo annunciato con cui è stata organizzata una due giorni che si terrà a Siderno domenica e lunedi. “Ritornare sui territori e tra la gente per un confronto pubblico sui temi dei diritti negati, della società paritaria, delle opportunità di studio e lavoro in Calabria, sul peso della ripresa economica dentro l’emergenza sociale, sulla crisi dei partiti e sulle nuove forme di partecipazione democratica.” Questi i temi annunciati che saranno sviluppati nel “villaggio” che sarà realizzato nei giardini della biblioteca comunale, con la presenza di rappresentanti politici ed istituzionali, amministratori locali, dirigenti politici ad ogni livello, rappresentanti del mondo sindacale, esperti in economia. Gli incontri si apriranno domenica alle ore 11.00 con il dibattito “Migrazioni e opportunità di studio e lavoro in Calabria” a cura dei Giovani Democratici e con le conclusioni dell’on. Antonio Viscomi. Poi alle ore 16 è previsto uno spettacolo teatrale in vernacolo dal titolo “Fidanzamento a sorpresa” a cura dell’associazione teatrale “Il sorriso”; alle 17.30 una discussione su “Diritti negati e società paritaria” che verrà conclusa dall’on. Enza Bruno Bossio. Alle ore 19.00 riflettori sul tema “Calabria, la percezione della ripresa dentro l’emergenza sociale” con la presenza del Presidente della Giunta regionale Mario Oliverio. Al termine un concerto di Manuela Cricelli che ” canterà”, insieme alla sua band, Rino Gaetano. Lunedi 24 settembre il villaggio democratico aprirà le sue porte alle 16.00 con il 1° torneo di burraco “Pd Locride”. A seguire il dibattito “Crisi della forma partito e nuove modalità di partecipazione democratica” con conclusioni di Giovanni Puccio e Nicola Irto. A seguire lo spettacolo musicale Cantastò di Nino Racco, viaggio tra le canzoni popolari e la canzone d’autore, da Modugno a Guccini, passando per Gaber, Pasolini e Tenco. Un programma molto ricco e decisamente interessante costruito – afferma il coordinamento dei circoli della Locride del PD – “coniugando la saggezza delle esperienze e l’entusiasmo dei giovani dirigenti e si volontari che vedrà coinvolti, tra gli altri, il presidente della Giunta regionale della Calabria, Mario Oliverio, il presidente del Consiglio regionale, Nicola Irto; la deputata Enza Bruno Bossio; l’assessore regionale al Bilancio e Personale, Mariateresa Fragomeni; i capigruppo regionale e metropolitano del Partito Democratico, Sebi Romeo e Caterina Belcastro; i consiglieri regionali e metropolitani del Partito Democratico, Mimmo Battaglia e Nino Castorina; il sindaco della Città Metropolitana, Giuseppe Falcomatà; politici di lunga militanza come Demetrio Battaglia e Mariagrazia Laganà; i rappresentanti territoriali in direzione nazionale del Partito Democratico e dei Giovani Democratici, Marco Schirripa e Michela Chindamo, i rispettivi coordinatori metropolitani, Giovanni Puccio e Katia Tripodo; la sindacalista Mimma Pacifici della Cgil; sindaci, segretari di circolo e militanti del Partito Democratico e dei Giovani Democratici”. C’è anche la possibilità durante la manifestazione di sottoscrivere la proposta di legge di iniziativa popolare per l’introduzione dell’insegnamento di educazione alla cittadinanza, come materia con voto autonomo, nei curricula scolastici di ogni ordine e grado. All’interno del villaggio democratico, inoltre, sarà allestita un’area gastronomica e un’area espositiva dei prodotti tipici del territorio. La decisione di organizzare la festa – spiega il coordinamento dei circoli Pd – arriva in un
momento di oggettiva difficoltà politica, e come circoli cittadini e con il sostegno della federazione metropolitana guidata da Giovanni Puccio, abbiamo deciso di organizzare questa festa comprensoriale per riunire la nostra comunità e riprendere insieme il cammino di democrazia ed ascolto che il nostro statuto ci indica. Lo abbiamo fatto tornando a spalancare le nostre porte alla discussione, al confronto e alla condivisione fin dalle fasi organizzative. Incontrarsi, discutere, ascoltare, confrontarsi e decidere insieme è la nostra idea di riscatto per una comunità forte e determinata, ma azzoppata da anni di scelte distanti dalle esigenze dei territori e dai militanti “.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.