Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

PONTE ALLARO: CHIUSA AI MEZZI PESANTI ANCHE LA SP89, LA PREFETTURA CERCA PERCORSI ALTERNATIVI MA SERVONO FONDI

1286

L’attenzione della Prefettura su quanto sta accadendo attorno al Ponte Allaro di Caulonia è massima. Gli uffici guidati da Michele Di Bari stanno seguendo con particolare attenzione la situazione. Stamane una nuova riunione presso il Palazzo del Governo, sulla problematica dell’abbassamento dell’impalcamento del ponte al fine di stimolare tutte le iniziative necessarie alla messa in sicurezza dell’infrastruttura a salvaguardia della pubblica e privata incolumità.
Certa è l’esigenza di effettuare costanti verifiche e accertamenti da parte dell’Anas sulla percorribilità, in sicurezza, del ponte, che è in esercizio a senso unico alternato con regolazione semaforica, presidiato da personale Anas e da specifici servizi delle Forze dell’Ordine volti a prevenire eventuali violazioni delle Ordinanze ANAS che regolano la transitabilità sulla struttura. Presidio, quest’ultimo voluto dalla stessa Prefettura. Come già detto in precedenza, alutata una correlazione fra il passaggio dei mezzi pesanti e gli abbassamenti di alcune pile, ha adottato in via cautelativa l’ordinanza la n. 149 del 31 agosto, con la quale ha disposto il divieto di transito su detto ponte a tutti i veicoli aventi massa superiore a 7,5 tonnellate e la limitazione della velocità di transito dei mezzi pari a 30 Km/h, individuando i percorsi alternativi. La riunione di oggi in Prefettura, tuttavia, servirà anche a valutare percorsi alternativi e, soprattutto, all’indiciduazione delle risorse necessarie a mettere in sicurezza tali percorsi. Fondi stimati intorno ad 1 milionie di euro e che, al momento, sembrano mancare. La Prefettura ricorda, inoltre, che il ponte è monitorsato h24 grazie all’ausilio di alcuni sofisticati sensori. L’inizio urgente dei lavori di ripristino di percorribilità e l’individuazione di percorsi alternative sono la priorità insieme alla sicurezza pubblica.
Intanto è delle ultime ore la notizia della chiusura al transito dei mezzi pesanti della Sp89.

ALESSANDRA BEVILACQUA|redazione@telemia.it

 

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.