SIDERNO: VENERDI LA PRESENTAZIONE DI ‘LE FANTASTICHERIE DEL CAMMINATORE ERRANTE’

333

Elogio dell’erranza e dello smarrimento l’ultimo volume di Francesco Bevilacqua “Le fantasticherie del camminatore errante” (2018,

Rubbettino) è un’affascinante narrazione di viaggi, che ci conduce per mano in terre favolose, ma anche nell’intimità più segreta di ciascuno di noi. Nella prima parte, per una archeologia del cammino, l’autore declina la sua personale idea del camminare come scavo, scoperta, preghiera, ascesi. In commossa consonanza con le concezioni di Rousseau, Hesse, Thoreau, Von Humboldt, Wordsworth. La seconda parte, le erranze e le fantasticherie, è un alternarsi di brevi racconti di viaggio e di riflessioni sulla vita, sui luoghi, sul creato, sull’uomo. Come un monaco errante, un po’ sciamano, un po’ eremita, Bevilacqua anela ad una errabonda clausura nel tempio immaginifico delle montagne, delle valli, delle foreste. Tanto lontano dal mondo, eppure, sempre, nel cuore del Mondo.

 

“Le fantasticherie del camminatore errante” verrà presentato venerdì 14 settembre alle 18 nello spazio culturale “MAG. La ladra di libri” di corso Garibaldi, 281 a Siderno.

 

Maria Antonella Gozzi dialoga con l’autore. Interverrà la ricercatrice economica e sociale Federica Roccisano.

 

Nel corso della serata sarà proiettato un video realizzato dall’autore durante le sue erranze.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.