Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

ALLARME TSUNAMI: MONITORAGGI IN TUTTA LA CALABRIA. ATTIVATA LA MACCHINA DEI CONTROLLI ANCHE AL PORTO DELLE GRAZIE

1212

Una violenta scossa di terremoto di magnitudo 6.8 ha svegliato stamattina la Grecia. La scossa, con epicentro a Zacinto, si è propagata su gran parte del Mediterraneo scatenando forte paura anche nelle regioni meridionali della nostra penisola. Nel mar Jonio e nel basso Adriatico è stata quindi diramata l’allerta tsunami che ha raggiunto anche la nostra regione; per la Calabria, infatti, l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha dichiarato un’allerta di livello arancione con possibili variazioni del livello del mare inferiori a 1 metro. In particolare la rete dell’Ispra ha registrato circa un’ora dopo del sisma un maremoto di lieve entità con onde di altezza pari a nove centimetri nel porto di Crotone.

Allerta cessata dopo poche ore a seguito delle attività monitorative attivate dalla protezione civile Calabria; “dalle verifiche effettuate da parte della Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile in costante contatto con le autorità territoriali per seguire eventuali evoluzioni, non risultano, al momento, danni a persone o cose. Per tutta la notte abbiamo seguito l’evoluzione della situazione attivando le procedure previste” ha dichiarato il capo Carlo Tansi.

Le attività di monitoraggio sono subito state attivate anche nella Locride; in particolare nel porto delle Grazie di Roccella Jonica, dove la macchina dei controlli è partita subito dopo la diramazione dell’allerta e dopo che dai modelli di riferimento si è visto che i valori di un eventuale tsunami avrebbero potuto raggiungere il metro.

FRANCESCA CLEMENO|redazione@telemia.it

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.